Accesso automatico. E’ buona o cattiva cosa.

Accesso automatico ancora

A volte l’accesso a Windows ci scoccia, soprattutto se abbiamo impostato una password. Per qualche motivo impostiamo una password? Ma per proteggere i nostri dati naturalmente. Il che significa che, quando impostiamo un accesso automatico senza bisogno d’immissione di dati, ci mettiamo in un incredibile pericolo per la nostra sicurezza.

Esistono infatti metodi per saltare del tutto l’accesso divenuto quasi obbligatorio in Windows 8 e 8.1, impostandoci un accesso integrale a tutti i servizi Microsoft con l’Utente. La stessa cosa che vedremo naturalmente con Windows 10,  che ha tutti i suoi pro e contro. Ci sono guide che consigliano d’effettuare l’accesso automatico inserendo nel registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon\ key i nostri dati in DefaultUserName e DefaultPassword, compreso DefaultDomain. Tutti da creare. Con queste chiavi, Windows accede automaticamente, ma i nostri dati – password compresa – rimangono nel registro senza alcuna protezione e con un testo facilmente leggibile.

Anche altri metodi non sono migliori. Netplwiz, che possiamo richiamare tramite Esegui, ci permette d’impostare un accesso automatico inserendo i nostri dati. Le chiavi vengono memorizzate come Segreto LSA, in una chiave criptata, ma che può essere facilmente estratta se veniamo infettati da un virus capace di leggere queste informazioni.

Alla fin fine, quanto vale questa password? Il punto è che la nostra password è spesso legata all’account Microsoft, che gestisce anche Skype ed altri servizi come Onedrive. E’ inoltre noto il fattore che molti utenti utilizzano una password unica per tutto, il che significa che una volta violata quella password vi ritroverete presto con tutti i vostri account esposti e a rischio. Come può una persona risalire a tutto ciò che visitate, sotto forma di Account? Se la password di Google è la stessa, basta sincronizzare Chrome.

E’ perciò veramente consigliato memorizzare la vostra password in un luogo separato, o in qualche modo più sicuro che abilitare l’accesso automatico.

Add Comment