Adesso arriva anche l’app che controlla i lavoratori

working

Chi non ha mai sognato di poter controllare l’operato dei propri dipendenti mentre stanno lavorando? Secondo voi, però, si tratta di una situazione in cui la privacy verrà rispettata? Forse, servirebbe anche qualcuno che controllasse chi controlla i dipendenti, ma sappiamo perfettamente che una situazione del genere è molto irrealistica.

Ad ogni modo, due colossi del settore telefonico come Ericsson e Wind potranno sfruttare i dati di localizzazione geografica che vengono individuati grazie ad un’applicazione che verrà attivata sui dispositivi mobili che verranno messi a disposizione dei dipendenti.

Ovviamente, si tratta di un nuovo capitolo nel rapporto tra datore di lavoro e dipendente, che è stato attentamente regolato dal Garante della privacy, che ha voluto stabilire tutta una serie di limitazioni a cui le aziende devono attenersi, cercando anche di coinvolgere i sindacati per permettere che tutte le parti in causa rispettino le regole.

Quindi, le due società potranno informare i lavoratori della presenza di questa nuova app sul loro dispositivo, ma non saranno obbligati a chiederne il permesso agli stessi.

Ovviamente, nel momento in cui finisce l’orario di lavoro o anche in pausa pranzo, il dipendente ha la possibilità di disattivare l’app, che si spegne comunque dopo qualche minuto in cui non è attiva.

Questa nuova app non potrà accedere ad alcun dato di carattere personale presente all’interno del dispositivo mobile del dipendente, come ad esempio messaggi di testa o posta elettronico.

Interessante anche l’app non sarà in grado di effettuare alcuna storicizzazione delle informazioni di geolocalizzazione, in maniera tale da non poter salvare alcuna mappa relativa ai movimenti del dipendente.

Add Comment