Analisi PC. Come controllare la salute del computer.

Il nostro computer è composto da molti pezzi che possiamo cambiare o meno, e tutti funzionano in maniera individuale e allo stesso tempo unita per far sì che possiamo passare una bella giornata di navigazione, lavoro o gioco. Qualche volta però il PC può iniziare a fare dei capricci e dobbiamo capire da dove parte. Ecco qualche consiglio che possiamo darvi per capire da dove arriva il problema e per fare qualche analisi al PC.

 

Controlliamo lo SMART…lo smart dice parecchio sullo stato del nostro HDD o SSD. CrystalDiskInfo è un ottimo strumento per controllare lo SMART e vedere se tutto gira bene (http://crystalmark.info/software/CrystalDiskInfo/index-e.html ).

Controlliamo la RAM…uno dei componenti più necessari è certamente la memoria, chiamata RAM o DDR. Se uno dei banchi si brucia anche solo d’un millimetro, il pc può riavviarsi a caso o bloccarsi. Possiamo usare la diagnostica interna di Windows per questo. Cerchiamo nel menù start “diagnostica memoria” o usiamo le opzioni avanzate per l’avvio se abbiamo Windows 8.

Controlliamo le temperature…queste possono dire parecchio sulla stabilità del sistema! Se la nostra scheda video o il nostro processore sale a temperature eccessive, il PC può bloccarsi. Usiamo Speccy per vedere se le temperature sono stabili anche senza nessun programma in corso, per vedere se normalmente la temperatura è regolare (https://www.piriform.com/speccy ).

Mettiamo alla prova il nostro processore…a volte la temperatura a pc “fermo” può non essere la causa. Stressiamo la CPU con Prime95 (http://www.mersenne.org/download/ )

E mettiamo alla prova la scheda video…e giustamente, anche la scheda video può risultare colpita. Mettiamola alla prova con 3dMark (http://www.3dmark.com/ )

Il metodo finale: smontare e rimontare. Questo è un po’ più per tecnici esperti. Smontiamo il nostro PC e proviamo tutto rimuovendo qualche pezzo o se abbiamo un amico che può prestarcene qualcuno, scambiamoli. A volte è il modo migliore per capire da dove arrivi il problema.

Add Comment