Android, i migliori trucchi che non richiedono permessi di root

AndroidAndroid, a differenza di iOs, è un sistema operativo aperto che qualsiasi persona che capisce un po’ di sviluppo software può modificare a piacere per creare ROM personalizzate e su cui è possibile installare applicazioni che permettono di modificare il comportamento dello smartphone, aggiungendo ad esempio funzioni nuove ed originali. Molte di queste modifiche richiedono lo sblocco dello smartphone tramite l’ottenimento dei permessi di root, tuttavia esistono alcuni trucchi che funzionano anche senza il root su qualsiasi smartphone Android.

La lista dei migliori trucchi Android che non richiedono permessi di root

  • Registrare lo schermo dello smartphone AndroidCome spiegato in questo articolo, alcune app permettono di registrare ciò che avviene sul display dello smartphone in modo da poter mostrare a chiunque il video realizzato.
  • Controllare lo smartphone tramite computerCome abbiamo scritto qui, esistono varie app che permettono di controllare il vostro smartphone Android tramite computer. Questa funzione può essere utile soprattutto quando si hanno problemi con il cellulare si richiede l’aiuto di amici che possono controllare lo stato del device direttamente dal loro computer.
  • Controllare un computer dallo smartphoneLa funzione inversa di quella precedente, alcune app consentono di controllare qualsiasi pc in desktop remoto, anche tramite internet. Ottima l’app Chrome Remote Desktop, che necessita dell’installazione sul PC e di un’estensione su Chrome per funzionare correttamente.
  • Rendere più veloce lo smartphone AndroidQui abbiamo trattato di come velocizzare lo smartphone Android senza i permessi di root.
  • Automatizzare le operazioniAndroid permette di rendere automatiche alcune funzioni dello smartphone a seconda del luogo, dell’ora o della circostanza. Ad esempio, si può fare in modo che arrivati al lavoro lo smartphone si imposti automaticamente su silenzioso, o che entrati in casa si attivi automaticamente il Wi-Fi. Per fare tutto ciò esistono varie app, tra cui possiamo annoverare Taker, IFTT e Llama.

Add Comment