Android Pay come funziona

Dopo i risultati non proprio soddisfacenti di Google Wallet, l’azienda di Montain View ha deciso di lanciare una seconda applicazione, arricchita di nuove funzionalità per il pagamento digitale, Android Pay.

Grazie a questa nuova app, gli utenti potranno usare le proprie carte di credito attraverso il proprio smartphone per effettuare i pagamenti presso i negozi o i supermercati aderenti. Sarà sufficiente registrare nel device le carte di debito e comunicare con il POS sfruttando i sensori NFC.

Come funziona Android Pay

Per poter usufruire di Android Pay è necessario scaricare ed installare l’app, nella quale andrà registrata la propria carta di credito o in alternativa il numero del conto corrente.

La registrazione può essere inoltre effettuata tramite la fotocamera dello smartphone, l’applicazione sarà in grado di riconoscere automaticamente i numeri della carta di credito, dall’immagine scattata.

Terminata la procedura iniziale, l’utente potrà iniziare a pagare grazie ai sensori NFC, accostando lo smartphone ai terminali abilitati ai “pagamenti contactless”, in caso contrario i POS non saranno in grado di riconoscere l’app Android Pay.

Android Pay sicurezza

Rispetto al pagamento tradizionale con la carta di credito o di debito, Android Pay è molto più sicura.

Il numero della carta non viene infatti trasmesso, al suo posto vengono comunicati numeri unici legati al dispositivo ed un codice utilizzabile una sola volta per pagamento come verifica delle transizioni. Recentemente Google ha anche inserito il riconoscimento biometrico come ulteriore conferma dei pagamenti digitali.

Android Pay svantaggi

Nonostante Android Pay si un ottimo modo per effettuare pagamenti in sicurezza, purtroppo attualmente esiste uno svantaggio non indifferente: i negozi che supportano tale tipologia di versamenti contactless sono pochi, ad esempio su un campione di 47 strutture (tra rivenditori ed esercenti) solamente 8 accettano Android Pay, gli utenti pertanto non potranno ancora lasciare la carta di credito/debito a casa.

Che ne pensi?