App Android anche su desktop grazie a Google ARC

android_chrome__0415

Mancava circa una settimana al lancio delle nuove app Runtime per Google Chrome, ma uno sviluppatore, meglio conosciuto come Vladikoff,  era già stato in grado di violarle, per mandare in esecuzione le app su ogni sistema che abbia Google Chrome installato.

Adesso, però, le app Runtime per Chrome sono state lanciate in via ufficiale e sono state svelate a braccetto con un’altra interessante novità che potrebbe fare in modo che le app per dispositivi Android su desktop si diffondano molto di più rispetto ad ora.

Quindi, il colosso di Mountain View non ha provveduto solamente a garantire l’opportunità di eseguire Google ARC su ogni tipo di versione di Chrome,  ma anche svelato ARC Welder: si tratta di un’app per Chrome che ha la capacità di effettuare la conversione in pochi secondi di ogni app per Android in maniera tale che diventi compatibile con Google ARC.

Stiamo parlando di un tool che, per il momento,  è nelle mani degli sviluppatori, visto che consente loro di realizzare il package per ogni esigenza e poi pubblicarlo sul negozio online di Chrome. Ad ogni modo, bisogna sottolineare come qualsiasi utente abbia la possibilità di realizzare il package di una determinata applicazione a partire dal proprio APK.

Google ARC svolge tale funzione tramite Native Client, NaCL: stiamo facendo riferimento ad una tecnologia che permette di eseguire in sandbox delle app di Google Chrome ad una velocità che somiglia quella consentita dal codice nativo, impiegando sia CPU sia GPU relative al sistema in cui l’applicazione viene mandata in esecuzione.

Quindi, l’app Runtime per Chrome sfrutta Android 4.4 ed usa in origine la Dalvik.

Con la nuova versione di ARC, Google ha anche svelato nuovi Play Services, incrementando notevolmente la compatibilità con diverse applicazioni, anche se comunque ci sono ancora margini per migliorare ulteriormente.

Add Comment