App, arriva un nuovo titolo che diagnostica l’ittero nei neonati

BiliCam_baby1-640x426-614x408

Al giorno d’oggi, la tecnologia ha subito un’evoluzione notevole, al punto tale da far diventare dei tradizionali dispositivi mobili dei veri e propri strumenti nel campo medico e diagnostico.

L’ultima news in questo settore fa riferimento ad un’applicazione, che per il momento sta ancora attraversando una fase di sviluppo, che è in grado di diagnosticare l’ittero all’interno dei neonati.

E’ stata l’università di Washington a realizzare un’applicazione che ha le capacità di diagnosticare l’ittero all’interno dei bambini. Come? Semplicemente grazie allo scatto di una foto.

Per chi non lo sapesse, se in una persona adulta la colorazione giallastra della pelle risulta eccessiva, allora si è in presenza di una patologia, mentre quando si parla di neonati, si tratta di situazioni temporanee, che diventano normali dopo pochi giorni.

Ad ogni modo, nel caso in cui l’ittero non venga tenuto sotto osservazione, potrebbe ben presto diventare una vera e propria patologia e produrre tutta una serie di rischiose complicazioni.

Quindi, questa nuova applicazione è in grado di diagnosticare in modo estremamente rapido e senza alcun tipo di intervento invasivo l’ittero. Già, ma come ci riesce?

In poche parole, questo titolo va a scattare una foto al neonato e la paragona ad una scala di colori che viene collocata direttamente sulla pancia del neonato.

Dopo essere stata scattata, l’immagine è oggetto di un’analisi approfondita da parte di svariati algoritmi che permettono di capire se il neonato potrebbe essere in pericolo e, di conseguenza, se sia meglio effettuare tutta una serie di esami correlati.

Un’applicazione, quindi, riesce a rivoluzionare anche tanti settori medici che si dedicano completamente alla ricerca.

 

Add Comment