Apple Watch: finalmente è arrivato il primo dispositivo indossabile di Apple

Apple Watch

Apple ha appena confermato l’arrivo del suo primo dispositivo indossabile a pieno titolo, Apple Watch.

Quanto di quello che si vociferava prima dell’evento del 9 Settembre si è avverato? Come si confronta il wearable di Apple con la sfilza di recenti smartwatch Android?

Nel tipico stile di Apple, il dispositivo ha poche sorprese. Apple Watch monta un display in vetro zaffiro, quattro sensori sul retro e una scelta di cinturini al lancio, con agganci proprietari, non standard.

Apple sostiene che, con la sua precisione a 50 ms, è il “dispositivo più personale che abbiamo mai creato“.

Probabilmente la sorpresa maggiore è il suo design, poiché il nuovo orologio non è in stile svizzero, ma condivide in realtà gran parte dell’estetica dell’iPhone: forma squadrata dai bordi arrotondati e un pulsante di accensione sul lato. C’è anche una ghiera hardware laterale, proprio come su un normale orologio, che Apple chiama “corona digitale,” che può essere utilizzata per zoomare sulle immagini, effettuare scroll e zoom nei menu, organizzati in una nuova interfaccia grafica circolare, e altro ancora. Il quadrante infine potrà essere personalizzato al massimo grazie alle skin adatte a tutti i gusti.

Come funzionerà? Tim Cook si è preoccupato di rassicurare tutti gli spettatori della conferenza stampa che la sua squadra non ha voluto creare un iPhone “diluito”, scherzando che non vi è pinch-to-zoom, ecc. come invece si trova sui Samsung Gear. Lo smartwatch di Apple sa quando viene sollevato il polso per guardarlo e attiva il display, mostrando alcune applicazioni.

Se vi steste interrogando sulle modalità di ricarica del dispositivo, sappiate che Apple Watch utilizza formalmente la ricarica induttiva che dovrebbe assicurare una notevole autonomia, ma in realtà utilizza qualcosa che assomiglia molto ad un piccolo MaGsafe. Altri dettagli sul wearable includono il display flessibile e un cardiofrequenzimetro.

Siete preoccupati di dover andare in giro con un orologio che anche tutti gli altri possiedono? Apple ha pensato anche a questo e ha creato tre “collezioni“: Watch, Watch Sport e Watch Edition. Tra queste, la differenza principale sono le finiture: alluminio, acciaio inox e persino oro rosa e giallo a 18 carati per chi vuole necessariamente ostentare! Vasta scelta anche tra i cinturini, con diverse colorazioni e materiali, dal silicone all’acciaio.

Il prezzo di un tale gingillo (non proprio economico, ammettiamolo) è stato solo casualmente accennato durante l’evento e si attesta sui 349$. Ancora nessuna idea sul possibile prezzo sul mercato italiano, anche perché il lancio effettivo è previsto nei primi mesi del 2015, ma tutto lascia pensare che come sempre si applicherà il solito cambio 1 a 1 tra dollari ed euro.

Add Comment