Apple Watch, regole ferree sul tempo d’uso delle app?

0910_apple-iwatch_2000x1125-1940x1091

In base a svariate fonti dei soliti ben informati, sembra proprio che la casa di Cupertino avrebbe deciso di far seguire delle regole ferree per quanto riguarda l’impiego delle applicazioni sul nuovo Apple Watch che uscirà in nove paesi il prossimo 24 aprile.

Giusto per fare un esempio, tra le regole sopra citate ci sarebbe anche quella che prevede un tempo d’uso particolarmente limitato, pari solamente a dieci secondi.

Per il momento si tratta solamente di un’indiscrezione, anche se pare che Apple abbia tutta l’intenzione di scoraggiare un utilizzo eccessivo del proprio Watch: in questo caso, le motivazioni principali sono legate al tema della sicurezza degli utenti.

Ecco spiegato il motivo per cui la tecnologia wearable non è così indicata per lunghi periodi di tempo.

Ad ogni modo, esattamente come già avviene per tutte le app sviluppate per iPad e iPhone, la casa di Cupertino ha ovviamente la facoltà di dare o meno la conferma finale alla pubblicazione, in modo tale da capire se ogni singolo titolo sia rispettoso delle linee guida.

Senza ombra di dubbio, a breve si potrebbe sapere qualcosa in più circa il tempo delle applicazioni da usare sul nuovo Apple Watch: infatti, a breve dovrebbe iniziare l’evento in cui verranno presentate le applicazioni principali che si potranno sfruttare tramite il nuovo orologio smart.

Proprio in riferimento a tale argomento, gli ultimi rumors parlano di applicazioni realizzate da Facebook, BMW, Pinterest, Twitter ed Evernote, solo per citarne alcune: questi titoli, quindi, sarebbero stati sviluppati nel segreto più totale all’interno della sede californiana di Apple.

Add Comment