Avast, il reset di Android non cancella nulla

Avast, il reset di Android non cancella nulla

La sicurezza degli utenti Android ed in particolar modo di coloro che hanno effetto il reset del proprio dispositivo e lo hanno poi ceduto a terzi è a rischio.

Avast ha infatti scoperto che è sufficiente utilizzare alcuni tool gratuiti per recuperare tutti i file che erano presenti su un dispositivo Android prima avviare il processo di formattazione.

Tale enorme mole di informazioni è disponibile a poco prezzo su eBay. Ogni giorno sono venduti su eBay oltre 80.000 smartphone, 20 dei quali sono stati acquistati da Avast. I tecnici della software house di Praga sono riusciti a recuperare oltre 40.000 foto, 1.500 foto di bambini, 750 foto di donne più o meno vestite e 250 selfie di uomini nudi. È stato inoltre possibile recuperare più di 1.000 ricerche Google, 750 email e SMS, 250 contatti e indirizzi e le identità complete di quattro precedenti proprietari.

Tutto ciò rappresenta un vero e proprio paradiso per i cybercriminali. Infatti, andando ad incrociare le informazioni ricavate dai vari contenuti è piuttosto semplice ricostruire la vita digitale e reale delle persone.

L’unica soluzione sicura per evitare di incorrere in problematiche di questo tipo consiste quindi nel sovrascrivere i vecchi file utilizzando un’apposita app come nel caso di Avast Anti-Thief. In alternativa il consiglio è quello di attivare la crittografia di Android poiché quando l’utente effettua il rese dello smartphone viene eliminata anche la chiave crittografica e dunque i dati diventano illeggibili.

Ad ogni modo per il momento da parte di Google non è ancora giunta alcuna conferma o smentita a riguardo. Resta dunque da capire sino a che punto il problema sarà confermato e se Big G potrà in qualche modo intervenire.

Add Comment