Bump e Flock chiudono i battenti il 31 gennaio

Bump e Flock chiudono i battenti il 31 gennaio

Qualche mese fa Google ha messo a segno l’acquisizione di Bump Technologies, la squadra alle spalle di Bump, la famosa applicazione ampiamente utilizzata dagli utenti per lo scambio di file in modalità wireless semplicemente facendo scontrare con la mano i device mobile ed il cui funzionamento è poi stato abilitato anche su computer, sia desktop sia laptop.

Nel corso delle ultime ore David Lieb, il CEO della società, ha però fatto sapere, mediante la pubblicazione di un apposito post sul blog ufficiale di Bump Technologies, che il progetto verrà chiuso entro breve in vista di una sua integrazione nell’ecosistema delle piattaforme e dei servizi di Google. Le app specifiche per device iOS e per Android saranno quindi rimosse dai rispettivi marketplace a partire dal 31 gennaio dell’anno corrente.

Siamo concentrati sui nostri progetti per Google, così abbiamo deciso di sospendere i supporto a Bump e Flock. Il 31 gennaio 2014 le due applicazioni verranno rimosse da App Store e Google Play. Dopo questa data, le due app smetteranno di funzionare e i dati degli utenti saranno cancellati.

Gli utenti hanno dunque quattro settimane a propria disposizione per effettuare un backup e per non rischiare di perdere tutto quanto risulti collegato al proprio account.

In ogni caso tutti coloro che sono iscritti al servizio riceveranno un messaggio di posta elettronica contente un link mediante cui poter scaricare immagini, video, contatti e via di seguito.

A questo punto resta però da capire cosa, con esattezza, Google abbia deciso di fare con Bump. Molto probabilmente nelle intenzioni di Mountain View vi è quella di integrare il servizio in Android Beam, una feature propria del sistema operativo mobile Android che consente di scambiare file mediante il modulo NFC avvicinando due dispositivi tra loro e facendoli toccare.

Bump è stato un prodotto rivoluzionario, capace di ispirare molte altre realtà e che ci ha aiutato a migliorare il mondo. Speriamo che le nostre nuove creazioni per Google possano fare lo stesso.

Da notare che oltre a Bump verrà rimosso dall’App Store e dal Google Play Store anche Flock, un’altra app sviluppata dal medesimo team grazie alla quale organizzare automaticamente in album condivisi le foto fatte in famiglia o con gli amici.

Add Comment