Come unire i messaggi di Whatsapp e Facebook Messenger su Android

1Molti hanno gioito alla notizia che Facebook avesse acquistato Whatsapp sperando che le due app Android sarebbero state unite e che finalmente si sarebbe semplificata l’interazione con tutti i contatti social. Questo però non è avvenuto, in quanto la compagnia di Mark Zuckerberg ha optato per una strategia diversa, che prevede la differenzione delle applicazioni di instant messaging, almeno per ora. Ciò nonostante, altri hanno trovato il modo di forzare l’unione ed è oggi possibile unire i messaggi di Whatsapp e Facebook Messenger su Android tramite un’app, vediamo come.

Come unire i messaggi di Whatsapp e Facebook Messenger su Android con Disa

Unire i messaggi di Whatsapp e Facebook Messenger su Android è molto semplice, tutto quello che bisogna fare è utilizzare un’applicazione che faccia il lavoro al posto nostro. L’app che fa al caso nostro è Disa, scaricabile direttamente dal Google Play Store. Disa è un’app open source, disponibile in futuro anche per iOs, che ha come obiettivo quello di diventare un hub dei programmi di instant messaging e cioè di permettere di chattare con tutti i vari contatti direttamente in un’unica applicazione. Una volta scaricata, procedere alla sua apertura: partirà un’intro di presentazione del servizio. Finito l’intro, per unire i messaggi di Whatsapp e Facebook Messenger su Android basterà pigiare su “Aggiungi Servizio” e l’app procederà alla scansione dello smartphone per verificare quale plugin sia necessario installare. Tra questi plugin, vi saranno quelli di Whatsappe Facebook: selezionate entrambi e procedete all’installazione. Terminato, chiudere Disa e uscire anche da Whatsapp, che non permette l’utilizzo contemporaneo dell’account da fonti diverse. Per poter unire i messaggi di Whatsapp e Facebook Messenger tutto quello che bisognerà fare ora è riaprire Disa e inserire le credenziali di log-in sia di Facebook che di Whatsapp, dopodiché sarà possibile chattare da entrambi gli account semplicemente usando l’applicazione.

Che ne pensi?