Come usare Powercfg. Un potente strumento a disposizione.

Abbiamo già parlato di come in effetti i controlli d’oggi e la tecnologia attuale ottimizza quanto più possibile alimentazione ed uso della batteria, riuscendo così a far rimanere il sistema sempre pronto. Volendo però, sui PC possiamo fare qualche altra operazione in più di controllo con un utilissimo ma nascosto strumento della Microsoft: Powercfg.

Powercfg è un comando che richiama un utilità che possiamo interpellare per molte informazioni all’interno del nostro sistema. Ad esempio, possiamo sapere quanta efficacia rimane nella nostra batteria, ma ha anche altre funzioni. Eccole:

Controlla i tipi di sospensioni ed ibernazioni sopportate…volete sapere quali tipi di sospensioni ed ibernazioni ha il vostro computer, per poi informarvi di cosa si tratta in sé? Aprite il Prompt dei comandi (come amministratore). Potete farlo in diversi modi. In Windows 7 aprite esegui con la combinazione WIN+R (WIN = il tasto con la bandierina). In Windows 8 cliccate con il tasto destro sullo “start” e scegliete prompt dei comandi (amministratore).

Adesso digitate Powercfg /a . Vi verranno visualizzati tutti i risultati dopo un veloce test.

Cosa sveglia il mio PC dalla sospensione? Controllate quali dispositivi possono interferire o possono darvi un vantaggio nel “risvegliare” il vostro PC dalla sospensione. Digitate il comando powercfg –devicequery wake_armed . Vi verranno visualizzati tutti i dispositivi capaci di risvegliare il PC.

Crea un intero report sul consumo d’energia e lo stato della batteria…semplicemente, digitate powercfg /energy . Troverete il report sotto formato HTML in C:\Utenti\nomeutente. In Windows 8 digitate /batteryreport se volete un report dedicato integralmente alla batteria.

Volete più informazioni sulle applicazioni capaci di risvegliare il PC dalla modalità di sospensione? Inserite il comando Powercfg /sleepstudy.

Siete interessati ad altri comandi? Powercfg ne ha davvero di molteplici. Questi sono quelli facili e poco invasivi che potete fare voi, ma se v’interessa la Microsoft ha in argomento una guida (https://technet.microsoft.com/en-us/library/cc748940%28v=ws.10%29.aspx ).

Add Comment