Connessione MHL, cosa è e qual è il suo funzionamento

La Connessione MHL – Mobile High-Definition Link (MHL) è uno standard audio video rilasciato dal 2010, ed utilizzato per dispositivi mobili, per la trasmissione del segnale video HDMI tramite USB. Lo standard più evoluto, l’MHL 3.0, è ingrado di supportare risoluzioni video fino a 2160p30 – standard Super HD – e audio multicanale 7.1  con supporto DTS-HD e TrueHD .

 

Connessione MHL

 

Cos’è la Connessione MHL? Come funziona?

La connessione MHL è popolare in tutti i telefoni di ultima generazione, sulle TV appena commercializzate e sui monitor, ma pochissimi consumatori alla fin dei conti sanno cosa è realmente l’MHL. Andiamo a fare chiarezza.

MHL sta per Mobile High-Definition Link e non è altro che un nuovo genere di connessione per quanto riguarda i dispositivi mobile che va ad unire in un colpo solo cavo USB e HDMI.

L’estetica evoluta degli attuali telefoni infatti ai connettori lascia ben poco spazio, e una connessione doppia HDMI e USB, nonostante nelle versioni micro, non sempre è apprezzata dai più assillati del settore che preferiscono di gran lunga affidarsi ad un solo connettore.

Dire che MHL = USB + HDMI può essere giusto o non, dipende da diversi punti di vista: sappiate che sotto MHL troviamo Silicon Image, una delle aziende più importanti in circolazione che per diverso tempo ha lavorato costantemente anche allo standard HDMI e tutto ciò ha consentito lo sviluppo di un nuovo genere di connessione senza però andare a produrre e lanciare sul mercato nessun’altro connettore fisico. Senza troppi giri di parole, un connettore MHL risulta essere spiccicato ad un connettore micro USB, e può essere utilizzato come un classico connettore USB, per effettuare il download di foto o eventualmente procedere alla sincronizzazione di dati.

Sul medesimo connettore tuttavia si può transitare anche qualunque filmato: affidandosi ad un adattatore o un cavo MHL – HDMI si può in tutta tranquillità procedere al collegamento in HD ad una televisione o un monitor per visualizzare a display il segnale.

Il tutto si fa decisamente più allettante se sia il telefono sia la televisione o monitor che sia a cui lo colleghiamo sono MHL – serve uno speciale chip posto internamente alla televisione o monitor -: in questa circostanza infatti con un solo cavo di collegamento non solo si potranno trasmettere filmati ma il telefono verrà ricaricato mentre rimane connesso alla televisione e può anche essere controllato direttamente facendo affidamento al telecomando della TV.

Se invece decidete di collegare il tutto ad un classico monitor MHL, come quelli che di recente ha svelato l’importante colosso coreano Samsung, sarà fattibile con un solo cavo caricare il telefono, vedere i filmati desiderati e con un classico mouse e tastiera interagire liberamente con lo smartphone per rispondere a SMS o email.

Leggi anche: connessione laptop – TV

Silicon Image è bene evidenziare che in questi ultimi giorni ha svelato al grande pubblico la versione numero due dei chip MHL per monitor, telefono e televisori: tutti i dispositivi che si affideranno a questa versione più evoluta di trasmitter e receiver potranno fare affidamento sulla trasmissione dei filmati alla risoluzione 1080p@60 e sulla ricarica degli smartphone doppiamente più rapida.

In conclusione, va detto che l’MHL ancora non è uno standard popolarissimo sul mercato: ora come solo qualche TV realizzata da LG, Toshiba e Samsung hanno una porta compatibile MHL e poche sono anche le aziende di monitor che hanno introdotto questo tipo di connessione, con Samsung sempre in pole.

Leggi anche: Standard MHL

Che ne pensi?