Convertire Windows XP in una macchina virtuale con VirtualXP

VirtualXP

Microsoft ha abbandonato Windows XP alcuni mesi fa, e mentre alcuni utenti si sono spostati su altri sistemi operativi, altri hanno ancora in esecuzione Windows XP. Il problema principale è che Microsoft non rilascia più patch di sicurezza ufficiali per il sistema operativo e questo fatto lo lascia vulnerabile agli exploit scoperti dopo la fine del supporto.

C’è un modo per ottenere ancora gli aggiornamenti di sicurezza, ma essi non sono progettati per XP ma per sistemi POS ancora supportati da Microsoft fino al 2019. Sebbene si basino sullo stesso nucleo, è solo un ultimo appello per gli utenti che non possono passare a un altro sistema operativo.

Perché certi sistemi non vengono aggiornati?

Sul lato aziendale, è probabile che le applicazioni progettate per Windows XP siano il motivo principale. Ci possono essere altri motivi però, come una mancanza di volontà di investire in nuovo hardware o un processo decisionale che prende troppo a lungo. Gli utenti finali invece potrebbero non voler abbandonare un sistema affidabile. Alcuni possono eseguire XP su hardware che non è compatibile con le versioni più recenti di Windows, mentre altri non vogliono acquistare una nuova licenza di Windows per l’aggiornamento.

 

VirtualXP

VirtualXP è un software gratuito per uso personale che può trasformare un sistema esistente di Windows XP in una macchina virtuale che è possibile eseguire su una versione più recente di Windows in seguito. Funziona convertendo il sistema operativo in un disco virtuale di Microsoft che è possibile eseguire su tutte le versioni client e server di Windows a partire da Windows 7 e Windows Server 2008.

L’idea di base dietro questo approccio è la seguente: invece di eseguire direttamente una versione insicura di Windows XP, esso viene eseguito in un ambiente virtuale in un sistema protetto. Questo riduce l’impatto che possono avere le vulnerabilità sul sistema alle sue spalle. Le aziende che necessitano di XP per eseguire determinate applicazioni possono farlo in questo modo.

Nota: Il programma non risolve il problema per gli utenti che non vogliono l’aggiornamento a una nuova versione di Windows. Pertanto è principalmente utile in situazioni dove è richiesta retro-compatibilità.

Ecco come funziona:

  1. Scaricare VirtualXP dal sito Farstone.
  2. Cliccare sul pulsante “get a free license for home use” per ottenere una licenza, inviata al proprio indirizzo email.
  3. Avviare il programma su un PC che esegue Windows XP SP2 o SP3.
  4. Seguire le istruzioni sullo schermo.

Il programma può convertire tutte le partizioni di sistema o solo quelli selezionate, a seconda delle esigenze.

La versione gratuita del programma ha un’altra limitazione. Non può convertire i sistemi Windows 2003 Server dato che questo è riservato per la versione standard, disponibile dietro pagamento di 29.95$.

Add Comment