Cos’è un VPN e come funziona? Una piccola guida

VPN connessione

Navigare con una certa quantità di privacy ed anonimato è piuttosto difficile al giorno d’oggi su Internet, ma alcuni consigliano l’uso d’un VPN. Cosa significa esattamente? Tanto per iniziare, VPN sta per Virtual Private Network e ci permette di connetterci con un altro servizio che a sua volta ci da l’apertura alla rete, sfruttando così un circolo privato che limita l’esposizione dei nostri dati altrove nei server. E’ come se ci stiamo connettendo attraverso un altro PC, e a volte viene confuso con l’ideologia dei Proxy.

Generalmente possiamo definire il VPN un “Proxy migliorato” dato che la nostra singola connessione è compatibile con più o meno tutto ed è molto più resistente al rintracciamento. Esistono diversi VPN per i nostri Smartphone, come Tunnelbear. Naturalmente anche per PC esistono una vasta quantità di VPN con il quale possiamo connetterci. E’ difficile però trovarne uno gratuito che non ci costringa a guardare pubblicità o a godere d’una velocità decente. Solitamente infatti i VPN più resistenti sono a pagamento, anche se è possibile combinare servizi come Tor e Onion Proxy per creare un esperienza completamente gratuita ed estremamente protetta di navigazione.

Quindi per farla breve un VPN è molto utile per la nostra sicurezza, anche per evitare che una persona stia usando un network sniffer come Wireshark per rintracciare password ed altro mentre siamo connessi ad una rete libera. Tuttavia, con tutte queste promesse le connessioni VPN non possono promettere una velocità di connessione veramente superiore, anche quelle a pagamento. Ci può anche permettere di vedere video che nel nostro stato non sono disponibili, ma dobbiamo sopportare di conseguenza un download molto più lento. Inoltre in alcuni stati (ma sono relativamente pochi) usare una connessione VPN è illegale.

Alla fin fine però, questo è uno strumento utile e probabilmente necessario a chi ritiene che la privacy sia la prima necessità del mondo moderno!

Add Comment