Cos’è una SIM e quante versioni esistono? Le informazioni

Carta sim

Subscriber Identity Module. Si chiama SIM ed è la scheda che ci permette di telefonare e navigare con il nostro Smartphone o Tablet quando non abbiamo una linea Wifi nelle vicinanze. Nonostante sia considerata una cosa banale ma necessaria, è collegata attualmente con parecchi sistemi ed informazioni. Nel nostro suolo europeo, la SIM è necessaria e quasi del tutto obbligatoria per chiamare o usare la connessione dati. Questo perché utilizziamo un sistema di comunicazione chiamato GSM. In alcune parti del mondo e soprattutto in America invece si utilizza la CDMA, che non ha bisogno d’una SIM e funziona in maniera differente. Nonostante ciò, e grazie alla tecnologia LTE, si sta ritornando a queste piccole schedine dato che questa sfrutta la GSM per comunicare.

Per molti la SIM è comunque considerata antiquata e scomoda. Nata per avere delle dimensioni d’una piccola carta di credito, è diventata sempre più piccola. Dalla dimensione standard siamo poi giunti alla Micro SIM, e poi alla Nano SIM. Questo non solo comporta fastidi per quando la scheda è troppo grande o troppo piccola, facendoci attuare operazioni di “taglio e cucito”, ma anche maggiori tempi d’attesa ed elaborati adattatori per farle funzionare.

Ma parliamo invece dei punti forti di queste schedine: oltre ad essere facilmente trasferibili da un cellulare all’altro (basta estrarla e inserirla!) riuscendo così a trasportare numeri ed abbonamenti, sono schede protette da una crittografia molto difficile da “bucare”. Sempre naturalmente che vi sia un PIN a proteggere il tutto. E’ vero che il futuro ci sta per offrire nuovi e più metodi per inserire password e dati in maniera più sicura, ma al momento ciò che può essere stipato in una SIM (per quanto piccola sia) è molto più al sicuro di qualsiasi servizio.

Certo, possiamo condividere i nostri dati con Google per passarli di cellulare in cellulare, sincronizzare i nostri dati con servizi di cui non sapremo mai il livello di sicurezza…ma è davvero necessario rinunciare alle SIM? Poco ma sicuro, questa scelta per noi è ancora molto lontana per essere affrontata…

Add Comment