Desktop Patrol limita l’accesso degli utenti ai download, alle applicazioni e altre funzionalità di Windows

Desktop Patrol

Se siete gli amministratori di un PC Windows, per esempio il PC di casa o quello dell’ufficio, potreste avere la necessità di limitare determinate caratteristiche del sistema operativo o del software in esecuzione su di esso. Mentre è possibile gestire molte cose con gli strumenti integrati di Windows, come l’Editor criteri di gruppo, o attraverso la modifica diretta del registro di sistema, è anche possibile utilizzare software di terze parti per svolgere questo compito più facilmente. Oltre ad aggiungere opzioni che non sono incorporate di Windows, tali programmi possono anche migliorare il modo di amministrare e gestire tali restrizioni o impostazioni.

Desktop Patrol è un programma gratuito per Windows che è possibile utilizzare per modificare una serie di restrizioni per gli utenti. Necessita di essere installato con privilegi elevati quindi occorre tenere in considerazione questo dettaglio.

L’account utente sul quale è installato è l’account amministratore per il sistema. All’avvio, viene visualizzata una richiesta di password (quella predefinita è patrol) per proteggere l’accesso all’applicazione. La prima cosa che si può fare è quindi cambiare la password dell’account sotto Options > Administrator Password Setup.

Una volta fatto ciò, si può iniziare la configurazione delle restrizioni. Una delle caratteristiche principali dell’applicazione è la sua modalità Patrol che è possibile abilitare per elementi specifici tra cui installazioni, download, il file manager o le finestre di dialogo Apri file.

Alcuni programmi sono sorvegliati come impostazione predefinita tra cui l’Editor del registro di sistema, il Prompt dei comandi, Gestione Attività o il comando Esegui.

È possibile aggiungere all’elenco anche l’accesso alle unità rimovibili , nonché a specifici programmi per Windows come Internet Explorer, Media Center o Media Player.

È inoltre possibile aggiungere elementi personalizzati nell’applicazione. Sono usati i titoli di Windows per determinare se un programma o uno strumento deve essere bloccato o meno. È necessario inserire il titolo esatto per bloccare qualsiasi cosa. Mentre questo funziona bene per la maggior parte delle applicazioni, è un problema però per quei programmi che visualizzano titoli differenti a seconda della posizione, del file o delle risorse che sono aperti.

Altre caratteristiche includono la registrazione della cronologia di Internet Explorer e dell’accesso al computer, l’aggiunta di utenti Windows per personalizzare quello che essi possono fare o per escluderli completamente dalle restrizioni imposte.

L’account Amministratore non è sorvegliato di default, ma è possibile modificare anche questo dalle opzioni del programma. Gli elementi sotto osservazione sono terminati immediatamente; un tentativo di aprire il Task Manager con Ctrl-Alt-Esc , ad esempio, fa comparire la finestra per un millisecondo prima che questa sia chiusa.

Un buon punto di partenza per familiarizzare con l’applicazione è il file di aiuto che può aprire all’interno dell’interfaccia del programma.

Il più grande ostacolo del programma è la procedura di impostazione iniziale poiché non è facile da usare e configurare come potrebbe essere. Sebbene potente, manca di alcune caratteristiche come il blocco dei processi tramite l’aggiunta diretta dei nomi di file alla blocklist. L’icona del programma può essere nascosta per tutti gli account tranne quello Amministratore.

Il set di funzionalità del programma è molto ampio, d’altra parte, consentendo di limitare download, installazioni software, accesso a vari strumenti di Windows.

Vi rimandiamo al sito ufficiale per poter eseguire il download e avere ulteriori informazioni su Desktop Patrol.

Add Comment