Come dividere un documento Word in più parti?

Sappiamo che alcuni argomenti possono sembrarvi scontati ma non tutti hanno la stessa dimestichezza con il pc. Bisognerebbe capire che le esigenze di tutti noi sono differenti, comprese le nostre conoscenze. Spesso, in informatica si confondono lucciole per lanterne (ad es. non riconoscimento software con guasto hardware) ed il nostro obiettivo è che tutto sia affrontato con semplicità. Quindi, ci hanno chiesto come dividere un file word in più parti senza fare il classico taglia ed incolla e noi li accontentiamo. Dividere un file word in più parti può essere stressante ed è vero, soprattutto quando si ha un limite di pagine da inserire in un sistema o da mandare via mail. Ebbene esistono diversi metodi per dividere i nostri documenti in più file così da evitare fattori di peso dei file o per rispettare quanto ci è stato eventualmente richiesto. Vediamo quali.

Taglia ed incolla. Come evitarlo.

La suddivisione fra due documenti…naturalmente, la cosa più basica: si apre il documento vuoto, si prende il contenuto di quello “piano” e si versa integralmente una parte facendo taglia ed incolla. Soluzione semplice, ma che può a volte richiedere tempo. Inoltre lavori del genere se considerati con grafici e macro possono portare ad un problema di visualizzazione del documento.

Il sistema delle tabelle….più delle volte è preferito anche usare una tabella che si può regolare, creando così una valida “barriera” per il nostro testo un po’ troppo grandicello. Basta inserire una tabella e regolarla secondo i nostri desideri: in poco tempo otterremo quel che è la nostra “scatola” per i contenuti che più preferiamo.

Il sistema automatico sembra funzionare…forse proprio per i casi più pesanti del genere. Potete provare HJ-Split per quest’operazione che troverete qui. Fate naturalmente caso però che questo programma può rendere illeggibile il vostro documento (per dato di fatto non ritaglia le pagine, ma il file nella sua struttura!) e quindi per tornare a renderlo leggibile bisogna usare sempre lo stesso programma per riunire il tutto. Fate un backup del documento prima di provarlo!

Se la faccenda è per via del peso del documento, un nostro consiglio personale sta anche nell’aggiornare i programmi di videoscrittura. Dal 2007 in poi Word ad esempio utilizza un formato di cui la dimensione è assai più contenuta e comporta meno fastidi. Potete provare anche con Libreoffice o Openoffice, il quale salva in un suo formato proprietario che diminuisce parecchio la dimensione dei file.

Buon lavoro!

Add Comment