Easy Context Menu aggiunge decine di comandi al menu contestuale di Windows Explorer

Easy Context Menu

Le applicazioni che si installano sul un PC Windows possono aggiungere voci al menu contestuale proprio di Windows Explorer. Il menu può diventare abbastanza disordinato a causa di questo, e quando si controlla il menu di un PC lasciato un po’ a se stesso, si è soliti trovare un sacco di voci aggiuntive.

A volte, si potrebbero voler aggiungere voci di propria scelta a tale menu per ottimizzare il flusso di lavoro o aggiungere comandi che utilizzano spesso. Un esempio abbastanza semplice è l’elemento “Apri finestra di comando qui“, che apre la riga di comando di Windows e imposta la cartella selezionata come cartella predefinita.

Easy Context Menu è un programma gratuito e portatile per il sistema operativo Windows che fornisce le opzioni per aggiungere comandi personalizzati al menu contestuale di Windows Explorer.

Al primo avvio il programma mostra l’elenco dei comandi disponibili e i menu di scelta rapida con cui sono associati. Come forse saprete, il menu contestuale cambia a seconda del tipo di elemento da cui lo si richiama. Per esempio, fare clic destro su un file visualizza un menu diverso rispetto a quello aperto facendo click su una cartella. È possibile abilitare o disabilitare gli elementi tramite le relative caselle di controllo nell’interfaccia del programma.

Nota: Le modifiche non diventano disponibili immediatamente. È necessario fare clic sul pulsante Apply prima che renderle attive.

Per quanto riguarda le opzioni disponibili, ci sono un paio di funzioni interessanti da citare brevemente per dare una migliore idea di ciò che il programma ha da offrire:

  • Block or Enable in Windows Firewall – fare clic su qualsiasi file per consentirlo o bloccarlo nel firewall di Windows
  • Fix Print Spooler – Per ripristinare i problemi correlati allo spooler di stampa
  • Take Ownership – ottenere la proprietà di un file o una cartella
  • System Tools – collegamenti diretti a noti programmi e funzionalità di Windows come Gestione Periferiche, MSConfig, Programmi e Funzionalità, Editor del registro di sistema, Connessioni di rete o Servizi.

Per quanto riguarda le personalizzazioni, ve ne sono due che fanno un’enorme differenza. La prima consente di selezionare la posizione dell’elemento nel menu contestuale. Si può visualizzarla nella parte superiore, al centro, o nella parte inferiore di esso.

Cosa ancora più interessante,l’opzione Shift-Click: se abilitata, verranno visualizzati solo gli elementi selezionati quando si tiene premuto il tasto MAIUSC prima di fare click. Questo può essere molto utile per ridurre il numero di elementi visualizzati dal menu di scelta rapida in uno stesso tempo.

La terza opzione di personalizzazione consente di nascondere o visualizzare le icone per selezionate voci in Windows Explorer. Le icone sono abilitate per impostazione predefinita per tutti gli elementi.

Per apportare tali modifiche, fare click destro del mouse sull’elemento selezionato e selezionare l’opzione appropriata nell’interfaccia di Easy Context Menu. Possono essere selezionati più elementi contemporaneamente per aggiungerli tutti in una sola operazione.

Il programma ha anche una propria funzionalità di ripristino che è possibile utilizzare per rimuovere tutte le modifiche applicate a Windows Explorer. Si consiglia di creare un punto di ripristino per la configurazione di sistema prima di apportare qualsiasi modifica, però, solo per stare al sicuro.

Se si è alla ricerca di un modo semplice per aggiungere comandi e collegamenti utilizzati spesso a Windows Explorer, quindi, Easy Context Menu  è il programma adatto a quel compito. Inoltre, è portatile,facile da usare e lascia poco a desiderare.

Add Comment