Fabbrica cinese sostituisce il 90% degli operai con dei robot. La produzione aumenta del 250%

Sembra degno di un film di fantascienza, ma è già realtà: una fabbrica cinese ha infatti deciso di sostituire il 90% dei propri operai con robot e sistemi di automazione. Il risultato? Una produzione aumentata del 250%, minori spese, minori difetti di fabbrica. Il lavoro dell’operaio potrebbe presto essere destinato interamente alle macchine?

I governanti sembrano non aver ben chiaro il vero problema con il quale dovremmo presto confrontarci: gli States cercano di rendere più appetibili i prodotti nazionali e di limitare l’immigrazione, in Europa ha per ora in mente il problema della disoccupazione in genere e della delocalizzazione,  verso i Paesi ove la manodopera ha un costo minore. Forse, invece, il pericolo più grande è proprio quello del confronto con le macchine, come nei migliori libri di Isaac Asimov.

La Changying Precision Technology Company, leader del settore produttivo di componenti per smartphone, ha ridotto il personale da 650 unità necessarie per la catena di produzione, a 60 operai, sostituendo i rimanenti con robot.   E il direttore generale Luo Weiqiang ha affermato che il numero di dipendenti scenderà addirittura a soli 20. Nonostate ciò, la produzione è aumentata del 250% ed è oggi di una qualità complessiva decisamente maggiore.

Uno studio dell’università di Oxford ha confermato che molti lavori potrebbero sparire nell’immediato futuro, grazie all’uso pratico della robotica: le categorie a rischio sono i muratori, i revisori contabili, i macellai, i ricercatori petroliferi, gli orologiai e i tecnici adetti alle riparazioni di ogni tipo. I robot potrebbero inoltre essere utilizzati come operai generici, cassieri, cuochi, odontotecnici, mediatori immobiliari, hostess e molto altro ancora.

L’economia mondiale, in particolar modo quella occidentale, non è decisamente pronta ad un’evoluzione del mondo del lavoro, in tal senso. Potrebbero crearsi di botto situazioni sociali catastrofiche e un tasso di disoccupazione fuori controllo. Se la nostra società, ad oggi, non accetta neanche gli immigrati umani, cosa potrebbe succedere con i robot?

 

Che ne pensi?