Facebook Moments, i garanti della privacy europei dicono no

facebook-moments-600x300

Una delle ultime trovate di Facebook, ovvero l’app denominata “Moments” non ha fatto particolarmente breccia tra i garanti della privacy del Vecchio Continente.

Infatti, una delle principali novità del celebre social network, ha la particolare caratteristica di essere in grado di riconoscere la faccia degli amici all’interno delle foto e consente di effettuare la sincronizzazione delle gallerie tra i vari utenti.

Quindi, nessun esordio europeo, almeno per il momento, per Facebook Moments.

L’applicazione, infatti, fa della geolocalizzazione e del riconoscimento facciale due punti di forza, ma ovviamente è necessario avere un account sul celebre social network, almeno per iniziare a condividere le foto in diretta.

Le immagini che gil utenti inseriscono all’interno dell’applicazioni possono essere viste solamente da chi c’era in quel determinato momento o evento, non a tutti gli altri utenti come si verifica di solito su Facebook.

Ovviamente, si tratta di un’applicazione che risulta essere decisamente utile negli eventi importanti e che coinvolgono un gran numero di persone, come ad esempio i matrimoni o le feste, visto che con Moments le foto vengono condivise solo con gli utenti che erano presenti nelle stesse immagini, proprio grazie al riconoscimento facciale ed alla sincronizzazione delle gallerie.

Nonostante le immagini non vengano memorizzate sui server di Facebook, i garanti della privacy del Vecchio Continente non sono ancora soddisfatti, visto che richiedono un’ulteriore modifica: si tratta del consenso esplicito degli utenti al riconoscimento dei volti, ma fino ad ora, come è stato confermato anche dalle alte sfere di Facebook, si tratta di un’opzione che manca.

Quindi, il lancio in Europa è stato solamente ritardato.

Add Comment