Firefox: in arrivo gli update semi-silent

Firefox: in arrivo gli update semi-silent

Firefox integra un sistema di aggiornamenti automatici ma, diversamente da coloro che utilizzano altri browser web, gli utenti del panda rosso sembrano essere molto più lenti nell’installare le ultime versioni.

Proprio per tale ragione Mozilla ha fatto sapere che con Firefox 30 saranno implementati degli update semi-silent.

Benjamin Smedberg, ingegnere di Mozilla, non ha saputo spiegare perché alcuni utenti continuino ad utilizzare vecchie versioni del browser. È molto probabile che per qualche bug irrisolto l’installazione automatica degli aggiornamenti venga impedita anche se è stata selezionata la relativa opzione. Lo sviluppatore ha specificato che Mozilla vuole risolvere il problema seguendo strade diverse in base alla versione di Firefox utilizzata.

Per gli utenti che sono rimasti alla versione 3.6 o precedenti sarà modificato il meccanismo degli update in modo tale che una major release venga rilevata come minor release evitando dunque la verifica della compatibilità delle estensioni. In ogni caso saranno rispettate le preferenze dell’utente per cui se è stata scelta la voce Non cercare aggiornamenti Firefox non mostrerà nessun avviso mentre se è stata selezionata la voce Controlla aggiornamenti ma permetti all’utente di scegliere se installarli Firefox notificherà l’esistenza di un update senza però forzarne l’installazione.

Per le versioni dalla 11 alla 26 è stato invece scelto un approccio diverso. Mozilla rilascerà infatti un add-on hotfix per la distribuzione del quale sono allo studio due metodi. Un primo metodo prevede un update silenzioso in background. Questo sta quindi a significare che all’avvio del browser verrà mostrata una finestra di dialogo che permetterà di scegliere se utilizzare la nuova o la vecchia versione del browser e nel caso in cui venga scelta quest’ultima si aprirà una scheda che suggerirà all’utente di installare la nuova versione. Il secondo metodo, invece, chiede solo all’utente se desidera aggiornare il browser.

Add Comment