Flappy Bird, Apple rimuove i giochi clone da App Store

Flappy Bird, Apple rimuove i giochi clone da App Store

Flappy Bird, il gioco per device mobile che nel giro di breve tempo è riuscito ad attirare l’attenzione di un enorme numero di utenti attestandosi come una vera e propria tendenza ed arrivando ad incassare ben 50,000 $ al giorno, è stato rimosso da App Store e da Google Play Store per ragioni che al momento appaiono come non meglio specificate.

A partire dal momento della rimozione sullo store dedicato alle app iOS e su quello dedicato alle app Android hanno però cominciato a far capolino un’infinita serie di cloni mediante cui tutti coloro che non hanno avuto modo di scaricare Flappy Bird “in tempo utile” hanno potuto ripiegare.

Tali cloni sono però destinati ad avere vita breve, molto breve… almeno su App Store.

Nel corso delle ultime ore, infatti, tutte le applicazioni cloni di Flappy Bird stanno subendo la stessa sorte: l’esclusione da App Store per violazione dei termini di utilizzo.

La norma violata dalle regole di ammissione sarebbe la 22.2 dove Apple vieta le applicazioni identificate come misleading ovvero ingannevoli per l’utente.

Nel caso specifico di Falppy Bird oltre a violare la proprietà intellettuale dello sviluppatore si potrebbero indurre gli utenti in errore facendo loro credere si tratti di nuova versione del gioco o del gioco originale.

In alcuni casi sembra però che il solo cambio di nome dell’applicazione sia stato sufficiente ad evitare la rimozione delle app da App Store. Infatti, giochi quali Flappy Fish, Flappy Plane, Flappy Pig e Flappy Puppy sono stati rimossi dal marketplace di Cupertino mentre altri, come nel caso di Jumpy Bee, continuano ad essere disponibili per il download nonostante il gioco riprenda in toto i canoni di Flappy Bird.

Add Comment