Google ha chiuso il servizio iGoogle

Google ha chiuso il servizio iGoogle

Con la chiusura di Google Reader, avvenuta oramai da diversi mesi a questa parte, big G ha generato non poco fastidio tra l’utenza creando veri e propri problemi a tutti coloro che praticamente da sempre gestivano i propri feed RSS mediante il celebre servizio.

La storia potrebbe ora ripetersi in concomitanza dell’addio ad un altro servizio targato Mountain View: iGoogle.

Infatti, così come comunicato da Google stessa, iGoogle, la pagina altamente personalizzabile sulla quale molti utenti hanno fatto affidamento per anni ed anni, è stata chiusa l’1 novembre e d’ora in avanti sarà soltanto un ricordo.

In molti, comunque, attendevano la fine di iGoogle già da un bel po’ di tempo a questa parte.

La motivazione alla base della chiusura del servizio molto probabilmente è da ricercare nelle presunta volontà di Google di mettere un freno ai troppi servizi gratuiti ma ancor di più nel tentare di porre ulteriore attenzione sul social network proprietario Google+.

Le alternative al servizio offerto da big G sono comunque molteplici e tutte sufficientemente valide ed interessanti.

Tanto per cominciare Google stesso consiglia ai suoi utenti di affidarsi a Google Chrome ed alle diverse applicazioni ad hoc disponibili sul Chrome Web Store ma naturalmente in rete si trovano numerose altre soluzioni che riescono a sostituire in toto le feature dell’oramai defunto servizio. È questo il caso di Netvibes, che grazie all’impiego di una folta schiera di widget permette di personalizzare al meglio la propria pagina iniziale, e quello di igHome, un portale che emula abbastanza bene le funzioni offerte da iGoogle.

 

Add Comment