Google Chrome, estensioni solo dal Chrome Web Store

Google Chrome, estensioni solo dal Chrome Web Store

Come anticipato già alcuni mesi fa Google ha deciso di bloccare in modo automatico le estensioni per il browser web Google Chrome che vengono distribuite dagli sviluppatori tramite canali diversi da quello ufficiale, il Chrome Web Store.

La scelta, non gradita da tutti e che di certo darà vita a non poche discussioni, va a confermare ancora una volta la volontà del colosso delle ricerche in rete di rendere la navigazione degli utenti sempre più sicura allontanando ulteriormente eventuali malintenzionati.

A tutti, infatti, sarà successo almeno una volta di veder comparire nell’interfaccia del proprio browser un’inserzione pubblicitaria sospetta o una toolbar indesiderata. Nella maggior parte dei casi si tratta dell’azione di un software che anche senza chiedere l’esplicita autorizzazione dell’utente ha installato una componente aggiuntiva. Nella peggiore delle ipotesi il codice è in grado di captare le informazioni immesse dall’utente durante la sua permanenza online ed inviarle a terzi. Ecco perché d’ora in aventi l’installazione e l’utilizzo estensioni non presenti sul Chrome Web Store saranno bloccate da Google.

I malintenzionati continuano a trovare nuovi modi per provocare qualche mal di testa ai nostri utenti, così abbiamo deciso di adottare qualche nuova misura di sicurezza. Come già annunciato lo scorso anno renderemo più difficile per i malware installare in modo silenzioso le estensioni Chrome indesiderate. A partire da oggi.

Per il momento la nuova misura di sicurezza verrà applicata solo ed esclusivamente alla versione Windows di Google Chrome ma entro breve anche la versione per OS X e per Linux andranno incontro al medesimo destino.

Naturalmente in seguito all’applicazione di tale nuova restrizione alcune delle estensioni installate in passato potrebbero essere disabilitate risultano impossibili da attivare almeno sino a quando non saranno presenti sul Chrome Web Store.

Per i programmatori, invece, Google continuerà a garantire il supporto per l’installazione delle estensioni in locale durante la fase di sviluppo e lo stesso vale in ambito aziendale.

2 Comments

  1. Davide Alioto 03/06/2014
  2. Davide Alioto 03/06/2014

Add Comment