Google Now, ora è possibile correggere rapidamente le ricerche vocali

Google Now, ora è possibile correggere rapidamente le ricerche vocali

Da pochi giorni a questa parte il rollout della feature Ok Google ha raggiunto anche l’utenza Italiana e come di sicuro in molti avranno avuto modo di sperimentare effettuare ricerche vocali è molto comodo e veloce ma talvolta si corre il rischio di commettere degli errori senza contare il fatto che in alcuni casi l’algoritmo di riconoscimento del flusso audio può interpretare in modo non corretto ciò che viene pronunciato.

Google, a conoscenza di tali problematiche, ha ben pensato di porre rimedio alla cosa annunciando l’arrivo di un’ulteriore ed interessante novità.

Trattasi della possibilità di pronunciare “no, I said ***” per correggere il tiro dopo una ricerca che non è andata a buon fine.

Per fare un esempio se l’utente necessita di un aiuto con i compiti e si attiva la ricerca vocale l’assistente virtuale di big G interpreta quanto pronunciato con la query “I need some help with my bath” sostituendo per errore “bath” a “math” visualizzando così i risultati relativi alle riparazioni del bagno anziché quelle per svolgere gli esercizi di matematica. Dopo essersi resi conto del fraintendimento è però possibile dire “No, I said math” e cambiare l’ultima parola della stringa di ricerca.

La nuova funzionalità introdotta non risulta di certo rivoluzionaria ma risulta ancora una volta molto utile poiché pensata e resa disponibile con il chiaro obiettivo di rendere sempre più completo e versatile il servizio offerto da Google Now.

Allo stato attuale delle cose la novità è in fase di rollout ed è disponibile solo ed esclusivamente in alcuni territori. Prima che possa essere sfruttata anche in Italia potrebbe quindi essere necessario ancora diverso tempo.

Add Comment