Greasemonkey 2.0 introduce delle modifiche che potrebbero interrompere il corretto funzionamento degli script

greasemonkey 2.0

Quando si tratta di aggiungere a Firefox il supporto per gli userscript, Greasemonkey è ancora l’estensione numero uno e più attendibile per la maggior parte degli utenti. Mentre ci sono alternative come Scriptish, esse impallidiscono in termini di numeri utente rispetto a Greasemonkey. Il team di sviluppo dietro Greasemonkey ha appena rilasciato la versione 2.0 dell’estensione con delle novità piuttosto interessanti.

Come sempre, ci vuole del tempo prima che la nuova versione sia resa disponibile a gli utenti esistenti e tutti gli utenti che visitano la pagina Greasemonkey sul sito. Gli utenti interessati possono installare la nuova versione dell’estensione sulla pagina “versioni” sul sito dove si è già resa disponibile.

L’aggiornamento dell’addon, però, introduce diverse modifiche che possono rendere alcuni script incompatibili con la versione 2.0 di Greasemonkey.

Uno dei cambiamenti riguarda la modalità @grand che gli script utilizzano. Essa permette agli script di specificare a quali metodi API vogliono avere accesso. Fino ad ora, Greasemonkey ha cercato di rilevare automaticamente le impostazioni giuste quando @grand non era utilizzato da uno script. La nuova versione cambia questo comportamento, assegnando la modalità “@grand none” per qualsiasi script che non richieda specificamente metodi API utilizzando la funzionalità.

È interessante notare che il cambiamento riguarda solo gli script nuovi, aggiornati, modificati o reinstallati. Gli script esistenti lasciati intoccati non subiscono gli effetti del cambiamento, secondo l’annuncio.

La seconda modifica che potrebbe causare incompatibilità con alcuni script è che la sandbox privilegiata di Greasemonkey è stata aggiornata per rispecchiare le modifiche apportate a unsafeWindow nell’ Add-on SDK di Mozilla. Quello che significa tutto questo è che gli script devono utilizzare i nuovi metodi cloneInto(), exportFunction() e createObjectIn() per scrivere i valori unsafeWindow.

Secondo gli sviluppatori, questo migliora la stabilità, l’affidabilità e la sicurezza dell’estensione. La conseguenza è che i cambiamenti possono causare il malfunzionamento di alcuni script, se non vengono aggiornati dai loro autori per correggere i problemi. Non è chiaro quanti script saranno influenzati da questo, ma il team ritiene che i benefici supereranno tutti i problemi di compatibilità.

Un paio di ulteriori modifiche e correzioni sono introdotte in Greasemonkey 2.0. Il supporto a Firefox Sync è attivato per impostazione predefinita, per esempio. Se un utente ha attivato Firefox Sync, gli userscript verranno sincronizzati automaticamente una volta che è stato installato Greasemonkey 2.0. È possibile modificare tale comportamento nelle opzioni dell’estensione, deselezionando la casella “Enable Firefox Sync for User Scripts”.

Un’altra modifica interessante è che sono stati rimossi tutti i riferimenti al sito userscripts.org dall’estensione. La popolare repository è rimasta inaccessibili per qualche tempo, e mentre c’è la possibilità di accedervi comunque, non è chiaro se potrà tornare completamente o svanire nell’oblio.

Si possono leggere ulteriori informazioni sulle restanti modifiche e correzioni sul sito ufficiale Greasespot.

Add Comment