Come installare i file apk su Android

Spotlight-on-android

 

Source: Wikimedia.org

La possibilità di installare app senza passare obbligatoriamente dal Google Play Store è una delle caratteristiche più apprezzate del sistema operativo Android. Una di quelle skills hanno recentemente permesso al sistema operativo targato Google di sbaragliare la concorrenza dei rivali. È sufficiente conoscere i file apk, capire come funzionano e con pochi semplici passaggi avrete a disposizione un numero pressoché infinito di programmi. Con questa piccola guida vi illustreremo ogni passaggio del processo, partendo dalla definizione di file apk fino ad arrivare alle procedure per installarli in tutta sicurezza.

Apk è l’estensione dei file Android Package ed è “utilizzata per la distribuzione e installazione dei componenti sulla piattaforma mobile Android”. Detto più semplicemente, si tratta di file di installazione da cui è possibile estrarre applicazioni per questo specifico sistema operativo. Utilizzando un file apk potrete installare sui vostri dispositivi Android le diverse applicazioni senza dover passare dal Google Play Store e dagli altri market dedicati.

L’indubbio vantaggio legato all’utilizzo dei file apk è quello che potrete avere a disposizione tutte quelle applicazioni che per un motivo o per l’altro non vengono pubblicate sul Play Store senza aver bisogno di una connessione ad alta velocità per installarle, dal momento che è sufficiente salvarle sul PC. E questo non è l’unico vantaggio: potrete installare con questo metodo dei programmi e delle versioni non ancora pubbliche o prese dai software di altri smartphone.

I file apk consentono quindi di scaricare le applicazioni Android direttamente da un sito web. Emblematico il caso di alcune app dedicate al gaming come PokerStars Casino. Dal momento che le applicazioni di giochi a distanza non sono al momento scaricabili su Google Play Italia (recentemente sono state ammesse negli omologhi store in Francia, Regno Unito e Irlanda), l’operatore permette di scaricare il file apk dell’applicazione Android direttamente dal sito ufficiale. Si tratta della strada scelta da molti sviluppatori di app per fornire un servizio diretto agli utenti senza dover per forza passare da uno dei market più noti.

Una volta scelto il sito per il download, è il momento di procedere con l’installazione. Innanzitutto dovremo disabilitare il sistema di sicurezza Android con tre semplici operazioni. Apriamo le impostazioni e selezioniamo la sezione sicurezza. Una volta entrati sarà sufficiente attivare le Sorgenti/Origini sconosciute, selezionare il file apk che volete scaricare dal browser e attendere l’inizio del download. Nel caso aveste scaricato in precedenza il file su una piattaforma fissa potrete utilizzare diversi metodi: collegare il dispositivo mobile tramite USB e attendere il riconoscimento e il successivo download automatico oppure scaricare i driver necessari. La terza opzione è quella di utilizzare app come AirDroid per trasferire e installare i file senza fili e driver direttamente sul vostro dispositivo.

Attenzione infine alla compatibilità e ai file difettosi. In alcuni casi è possibile che dopo aver scaricato file apk compaia la schermata “impossibile aprire file apk”. Succede per due motivi. O il vostro dispositivo mobile non è compatibile con quella versione dell’app oppure il file che avete scaricato è corrotto o danneggiato. Se nel primo caso dovete rassegnarvi, nel secondo è sufficiente effettuare una ricerca più approfondita e cercarlo da un’altra fonte con lo stesso livello di affidabilità.

Potete anche installare più file apk in contemporanea. Sarà sufficiente passare dal Google Play Store e scaricare l’app Apk Installer. Con essa potrete installare i file sia nella memoria interna che in quella esterna tramite un’interfaccia grafica di semplice utilizzo che permette di selezionare e installare i file con un solo tap. Utilizzando lo stesso software avrete anche la possibilità di trasformare le app installate sul dispositivo in altri file apk trasportabili a piacimento su altri smartphone e tablet Android. Basta entrare nel manage app, selezionare il programma scelto ed esportarlo.

Che ne pensi?