iPhone 5, danni da cavi Lightning non originali

iPhone 5, danni da cavi Lightning non originali

Ricorrere all’utilizzo di accessori non originali, è cosa ben chiara a tutti, può compromettere il buon funzionamento dei dispositivi Apple. A tal proposito quanto emerso nel corso delle ultime ore può essere senza alcun dubbio molto utile a dare ulteriore valore alla cosa, in particolare per quanto riguarda l’iPhone 5.

La società britannica di riparazioni Mendmyi ha infatti sottolineato che i caricatori e i cavi di terze parti sprovvisti della rigorosa certificazione Apple invierebbero un flusso di elettricità dal voltaggio errato al device danneggiando irreparabilmente il chip IC U2 per le funzioni di power management. La componente si trova nelle immediate vicinanze del processore A6 e si occupa di gestire il pulsante d’accensione, i cicli di carica e alcune funzioni USB.

Nei casi meno gravi all’utente è rimandata a schermo l’impossibilità di caricare la batteria che resta quindi fissa sull’1% di carica. Si possono inoltre verificare improvvisi spegnimenti o la non risposta del tasto d’accensione/stop al tocco.

È tuttavia molto più frequente che l’iPhone smetta completamente di funzionare con la conseguente necessità di riparazione, un’operazione questa che per essere eseguita richiede una spesa superiore ai 100 euro poiché o il chip va sostituito oppure è l’intera scheda logica a dover essere rimpiazzata.

Tenendo conto di tutto ciò il consiglio è dunque quello di utilizzare solo e soltanto caricatori e cavi Lightning forniti da Apple o quelli certificati dell’azienda per il commercio. Tali caricatori possono essere facilmente riconosciuti per la presenza dall’apposito marchio sulla confezione, verificandone la presenza negli Apple Store fisici o sull’Apple Store online

Add Comment