iPhone 6: lo smartphone di Apple è sempre più potente

iPhone 6 Apple specifiche

Tutti lo aspettavano e adesso è qui: Apple ha presentato il più piccolo dei sue due nuovi smartphone, l’iPhone 6 da 4.7 pollici.

Come le indiscrezioni suggerivano già, tutto gira intorno al suo display Retina HD 1.334 x 750 ed è decisamente più sottile (e anche più arrotondato) del suo già leggerissimo predecessore 5s, con 6,9 mm di spessore.

Non è riguarda il suo look, però. Il nuovo dispositivo esegue anche un processore A8 più potente che ha la pretesa di essere circa il 25 per cento più veloce dello scorso A7, e fino al 50 per cento più efficiente tanto che Apple stima la sua autonomia fino a 14 ore di conversazione, 11 ore di video e 10 giorni in standby.

Non sorprende che l’iPhone 6 faccia migliore utilizzo dei progressi tecnologici in campo wireless e dei sensori dati gli importanti aggiornamenti al servizio iCloud di Apple e alla sua ritrovata attenzione per la salute e il fitness. La tecnologia WiFi dell’iPhone 6 si aggiorna allo standard 802.11ac e quella per la connessione dati al LTE a 150Mbps; se la rete supporta questa possibilità, è quindi possibile effettuare chiamate vocali sia mediante LTE che Wi-Fi.

Il nuovo co-processore M8 non solo può stimare le distanze, ma tiene traccia della pressione dell’aria per valutare l’altitudine (così come alcuni smartphone esistenti di Samsung e altre marche). C’è persino un giroscopio di nuova generazione, così che i giochi e le app di fitness possano fornire risultati più accurati. E sì, ovviamente è incluso un sensore NFC integrato a corto raggio per poter rendere sicuri i pagamenti in mobiltà presso i negozi al dettaglio utilizzando Apple Pay.

Agli appassionati di fotografia non piacerà sapere che è stata ancora mantenuta la fotocamera posteriore da 8 megapixel, ma Apple ha incluso una rilevazione di fase in stile DSLR per accelerare la messa a fuoco e un nuovo chip con migliore riduzione del rumore e toni di colore migliorati. Non vi è stabilizzazione ottica dell’immagine, così come non la si trova sul più grande iPhone 6 Plus, ma ci sono ancora parecchie caratteristiche che dovrebbero migliorare giorno per giorno i propri scatti: si possono scattare foto HDR con un solo tap sullo schermo, registrare video a 1080p con fino a 60 fotogrammi al secondo e catturare clip al rallentatore a 240 fotogrammi al secondo, invece dei precedenti 120. Chi volesse ritrarre bellissimi panorami, potrà “cucire” insieme le immagini scattate per creare una enorme foto da 43 megapixel.

Se tutto ciò vi ha incuriosito, sappiate che Apple venderà il suo modello di iPhone 6 da 4.7 pollici negli stessi colori (nero, oro e bianco) dei modelli precedenti, ma si potrà avere ancora più spazio di archiviazione, a seconda di quanto si è disposti a pagare, tuttavia; con 199$ si otterrà ancora la versione da 16GB, ma pagando 299$ o 399$ si entrerà in possesso di dispositivi con, rispettivamente, 64GB e ben 128GB.

Apple inizierà ad accettare i pre-ordini per tutti i modelli di iPhone 6 il 12 settembre e la distribuzione comincerà il 19, ma solo negli USA.

In Italia, invece, i prezzi ufficiali di iPhone 6 Plus non si discostano molto dalle previsioni e vedono il  modello da 16Gb a 729€, quello da 64GB a 839€ e il terzo da 128GB proposto a 949€. Confermato anche il consueto ritardo nella data d’uscita: gli utenti italiani potranno mettere le loro mani su un iPhone 6 solo dal 26 settembre.

Add Comment