KeyMe, attenzione all’app per duplicare le chiavi di casa

Slider4

Un’applicazione che, almeno all’apparenza, si caratterizza per proporre un servizio davvero molto utile, ma che potrebbe assumere ben presto dei contorni particolarmente pericolosi nel caso in cui dovesse capitare tra le mani sbagliate, perlomeno all’interno del continente a stelle e strisce.

L’applicazione a cui facciamo riferimento prende il nome di KeyMe ed è stata realizzata con l’intento di eseguire in via del tutto gratuita il backup digitale di chiavi fisiche, consentendo soprattutto di andare alla ricerca di queste ultime nel momento in cui si perdono.

Questo servizio, inoltre, ha anche un ulteriore scopo, ovvero quello di mettere a disposizione delle copie fisiche in relazione alle chiavi che sono state memorizzate, con la selezione tra differenti tipi di design piuttosto geniali.

In poche parole, a partire dallo stampo che viene sviluppato direttamente all’interno dell’app, si potrà creare una chiave fisica delle chiavi o tramite una ferramenta oppure sfruttando una delle numerose macchine automatiche si trovano a New York.

La chiave si può richiedere pure tramite remoto e verrà inviata all’indirizzo del destinatario tramite posta ordinaria.

Come si può facilmente intuire, nel caso in cui arrivasse nelle mani errate, allora questa applicazione potrebbe anche provocare un gran numero di danni.

E’ esattamente ciò che mira a dimostrare Andy Greenberg di Wired, che è riuscito ad entrare nella casa del suo vicino semplicemente con il proprio iPhone, senza dover utilizzare alcun tipo di piede di porco.

Mediante le tecnologie che vengono messe a disposizione da parte di KeyMe, è davvero facilissimo ottenere un duplicato pure di quelle chiavi che non si possiedono, sfruttandole successivamente per ogni tipo di scopo losco, come ad esempio introdursi all’interno di case di sconosciuti.

Per il tester di Wired è stato sufficiente disporre delle chiavi per meno di 60 secondi per poter ricavare il duplicato delle chiavi.

 

 

Add Comment