La scelta definitiva del DNS, attraverso Namebench

Solitamente quando ci connettiamo usiamo diversi protocolli, provider e DNS. Ogni cosa ha un importante ruolo per la stabilità e la velocità della nostra connessione. Una delle cose che più possiamo modificare con facilità sono i DNS. Famosissima è infatti la piccola modifica per usare OpenDNS o Google DNS. Ma quali sono i motivi per farlo?

 

Aumento della velocità. Cambiando i DNS è possibile aumentare la velocità della nostra connessione, sia per il filtraggio aumentato dei contenuti che per i server che hanno una velocità aumentata. Anche la Privacy ne riceve un ottimo punto di riguardo.

Alcuni DNS, come OpenDNS, sono configurabili per più aspetti fra i quali il filtraggio per bambini ed altro ancora. Spesso c’è anche un fattore sicurezza maggiore dato che alcuni server bloccano dal principio certe connessioni o siti web.

Ma allora come possiamo aumentare la nostra velocità? DNSJumper è un buon candidato per farlo velocemente, ma c’è attualmente una soluzione migliore non solo per migliorare la velocità del DNS, ma anche la risposta dei server dato che è anche importante che abbiamo il servizio il più vicino possibile. Per fare questo abbiamo bisogno d’un programma chiamato Namebench, che possiamo scaricare qui: https://code.google.com/p/namebench/downloads/list

Vi consigliamo però di farlo quando avete molto tempo a disposizione e quando non state usando molto la vostra connessione, oltre che naturalmente tener collegato il vostro PC alla miglior occasione per la connessione possibile (Ovvero, se siete abituati ad usare il filo Ethernet per maggior parte del tempo, usate quello per testare la connessione).

NameBench non richiede altro che il gateway del vostro Router, che spesso è già inserito (192.168.1.1). Dovete solo mandare avanti e lasciare che il programma faccia il resto. Può richiedere una mezz’ora o anche di più, per il quale il risultato sarà comunque garantito per darvi una spinta di velocità in più una volta finito. Ricordate naturalmente d’applicare i risultati, usando programmi automatizzati o Windows stesso.

Add Comment