Le piccole cose che rendono il Note 5 migliore del 4

Samsung Galaxy note 5

E’ ovvio che quando si dice che il Note 5 è il Phablet da prendere al posto del 4 è per via delle sue caratteristiche hardware e per il suo nuovissimo sistema operativo. Ma ci sono anche altre cose che fanno il Note 5 migliore del 4, e sono quelle piccole che i fan più accaniti adorano. Narriamo ora quali sono queste sottigliezze che hanno fatto impazzire i più fanatici del campo…

Il fade-out dello schermo…vai a spegnere il cellulare, ed è decisamente più teatrale del Note 4. Naturalmente si parla della rom Stock, perché modificarla è un po’ inutile in questo caso. Ma di suo, fa godere molto di più della chiusura del Note 4.

Lo stilo con espulsione…e cosa urla di più di finezza se non il pennino che invece di farsi tirare, ha attualmente un meccanismo d’espulsione? Semplice nei dettagli, ma veramente figo per quelli che apprezzano quelle finezze.

E’ più sottile ai lati…e questo è qualcosa che attualmente molti considerano una faccenda assurda, perché si tratta d’appena un millimetro o due. Del resto, per chi è abituato a quelle minuscole differenze per le proprie tasche nel quale ficcare il proprio Phablet, questa piccola differenza fa del 5 una scelta interessante.

E’ lucidato a specchio sul retro…anche se vi è la mancanza d’una batteria estraibile e una scheda SD, la Samsung ha sostituito il retro del Note 5 con un fondo lucido, elegante e che brilla ovunque. La dannazione di chi ci sta controluce e la benedizione di presentarci con classe.

La risoluzione più piccola…per molti è attualmente un downgrade, ma nel Note 5 una risoluzione più piccola risulta anche essere più adattata ai nostri occhi. Nel Note 4 è più difficile leggere o vedere le icone, a differenza del 5 che la risoluzione più ingrandita rende l’esperienza almeno più confortante.

E per finire, sì, vi sono molte grandi caratteristiche che rendono il Note 5 molto superiore del 4, ma sono anche quei minuscoli dettagli che possono farci amare un cellulare.

Add Comment