Nuna, rispettate il semaforo per stare a dieta

dieta-mediterranea-2

L’educazione alimentare è certamente molto importante e deve essere rispettata giorno dopo giorno: per poter seguire una dieta e rimanere in salute, quindi, è fondamentale fare la spesa in modo sano e sensato.

Ricerche di ben cinque anni hanno permesso di sviluppare un’applicazione che prende il nome di Nuna: si tratta di un’applicazione che si può tranquillamente definire navigatore nutrizionale e che è stata messa a disposizione in via del tutto gratuita sia su Apple Store che sul Google Play Store.

Quindi, gli utenti hanno la possibilità di effettuare il download di questa app sia per dispositivi con sistema operativo iOS e Android: in poche parole, questo titolo dà una mano agli utenti ad acquistare i prodotti migliori per un’alimentazione sana e regolata, ma anche per quanto riguarda la preparazione dei cibi, in base ai principi della dieta mediterranea.

Questo progetto ha preso piede dal genio di Alessandro Casini, un professore associato di Gastroenterologia e nutrizione umana che fa parte del Dipartimento di Medicina sperimentale e clinica a Firenze.

La presentazione dell’applicazione Nuna sta avvenendo tra oggi e domani a Roma, durante il congresso Nazionale della Società Italiana di Nutrizione Umana.

Il quadro principale attorno a cui ruota il progetto Nuna è composto da ben quattordici regole e corrisponde sostanzialmente ad un algoritmo che è in grado di ottenere ed elaborare un gran numero di informazione, senza dimenticare come riesca pure a formulare tanti dati che possono tornare utili per la scelta degli alimenti molto più corretti per la propria salute.

L’app Nuna svolgerà una funzione di “semaforo”: si fotografa il codice a barre del prodotto che si ha intenzione di comprare e poi sarà lo stesso titolo ad esprimere una valutazione sull’opportunità dell’acquisto o meno, in base alle necessità del consumatore dal punto di vista nutrizionale.

Add Comment