Nuova sicurezza Apple: perché “Fidarsi” d’un PC?

iPhone Trust

C’è capitato di vedere questo messaggio ultimamente, quando connettiamo il nostro iPhone o iPad alla porta USB. Il messaggio ci chiede se il PC con il quale siamo connessi è sicuro, al che ci basta dire di sì per connetterci tranquillamente al computer e fare tutto ciò che vogliamo con i dati. Ma per quale motivo esiste questo messaggio e perché dobbiamo preoccuparcene?

Semplicemente è da tempo nata una pratica chiamata Juice Jacking, che è naturalmente inteso come rubare il succo del nostro cellulare attraverso dei semplici trucchi. I nostri dati vengono effettivamente rubati quando connettiamo il nostro cellulare ad una porta usb che riteniamo sicura, magari per ricaricare un po’ la batteria. All’estero, questa pratica ha visto i suoi brutti sviluppi anche negli aeroporti, dove hanno dovuto istituire una certa sicurezza in ambito. Dei luoghi dove era possibile sostare e ricaricare il proprio cellulare sono diventati in breve dei veri “succhia dati” che hanno danneggiato non poche persone. Ma alla fine, c’è chi ha usato sistemi propri per difendersi.

Fra i tutti, vediamo l’Apple che ha deciso di mettere su questo sistemino che rileva se c’è qualcosa di più d’un passaggio elettrico. Se il nostro cellulare rileva che è possibile creare una connessione dati, ci chiederà se effettivamente possiamo fidarci del PC al quale ci stiamo connettendo. Se il nostro iPhone o iPad ci fa questa domanda quando ci stiamo connettendo ad una semplice porta USB istituita per ricaricare la batteria al nostro cellulare, basta dire di non connettersi o di impostare quel posto come non sicuro: in questo modo il cellulare non darà nessun permesso al dispositivo di condividere dati. Un’ottima soluzione, seppur semplice, che può permettere a chi vuole fare Juice Jacking di cambiare bersaglio.

Solitamente questo messaggio appare ogni volta che connettiamo l’iPhone. Se non lo vediamo, riavviamo il cellulare o il tablet.

Add Comment