OS X Yosemite è una minaccia per la sicurezza?

OS X Yosemite è una minaccia per la sicurezza?

OS X Yosemite è la nuova versione del sistema operativo per Mac che è stato presentato la scorsa settimana sul palco della WWDC di San Francisco e che ha lasciato sviluppatori e pubblico letteralmente a bocca aperta per le sue fattezze.

Il nuovo sistema operativo di Apple, però, non sembra essere tutto rose e fiori. Gli sviluppatori di sicurezza avvertono infatti che la perfetta compenetrazione con l’universo iOS potrebbe essere una minaccia.

Secondo Richard Henderson, esperto di sicurezza per Fortinet, un sistema operativo così concepito sarebbe particolarmente pericoloso ed a finire nell’occhio del ciclone sono tutte le nuove feature quali Continuity, Spotlight e gli accessi hotspot.

Anche se al momento OS X Yosemite è ancora in beta ed anche se l’inclusione da parte di Apple di un sistema di crittografia per evitare accessi indesiderati al Mac è praticamente da dare per certa secondo l’esperto vi sarebbero diverse falle concettuali nel nuovo sistema operativo.

La prima falla riguarderebbe Continuity in quanto aprirebbe le porte al monitoraggio silenzioso delle abitudini dell’utente, specie da parte di malintenzionati, con la possibile condivisione di dati sensibili e di varie altre informazioni.

Accade che ora, quando stai lavorando su un Mac, tutti i dispositivi attorno a te sono consapevoli della reciproca presenza e di quel che stai facendo. Questo dovrebbe preoccupare seriamente gli utenti consci della sicurezza.

Per quanto riguarda Spotilight l’esperto si chiede invece come gestirà Apple la privacy dei propri clienti se tutte le informazioni saranno memorizzate su iCloud.

Per quanto concerne le funzioni di hotspot secondo l’esperto in sicurezza “Non si deve mai digitare una password per accedere a un network” ragion per cui coloro che decideranno di sfruttare tale funzionalità in pubblico rischierebbero seriamente di essere violati.

Add Comment