OSVehicle, ecco l’auto che si monta come un pc

5409337-OSVehicle-Urban-Tabby-To-Give-Masses-Do-It

Nel caso in cui non abbiate mai sentito parlare di veicoli open source, allora ecco una notizia fresca fresca che vi darà senz’altro modo di avvicinarvi maggiormente all’argomento.

Tin Hang Liu è un ragazzo di Torino che ha deciso di lasciare il Politecnico di Torino per seguire le orme del padre, che lavorava nel settore dell’autotransportation.

Senza ombra di dubbio, le auto e la velocità appartengono fin da piccoli a questo ragazzo, che è riuscito a realizzare un’invenzione, in compagnia del padre e di un piccolo gruppo di lavoro, che potrebbe ben presto interessare imprenditori, servizi militari, ma anche gruppi automobilistici.

La particolarità che sta alla base del progetto del giovane torinese è senz’altro quella di realizzare una vettura esattamente come se fosse un computer: anzi, scendendo ancora di più nei dettagli, come se fosse un hardware open source.

E’ proprio con queste condizioni che è stato sviluppato OSVehicle, ovvero il primo progetto  aperto industrializzabile relativo al settore della mobilità.

La vera e propria asse portante del progetto OSVehicle è rappresentata da Tabby: stiamo facendo riferimento ad un pianale universale , che si caratterizza per essere decisamente versatile e flessibile, dal momento che offre la possibilità di comporre molto semplicemente delle vetture a due, tre o quattro ruote solamente in 50 minuti.

Tabby, arriva direttamente all’interno di scatole, ma il punto di forza è rappresentato dal fatto che non sono necessari particolari strumenti per la sua realizzazione.

Il pianale Tabby, quindi, è stato svelato più di una volta all’interno di mostre e fiere in tutta Europa: il soprannome è piuttosto originale, visto che lo chiamano Auto Ikea.

In realtà, però, il concetto che lo sostiene è notevolmente differente e decisamente più complesso: l’obiettivo, infatti, è quello di realizzare nuovi posti di lavoro, ma anche modificare la logica di produzione e garantire una nuova distribuzione della catena del valore.

Add Comment