Come ottenere i permessi di root

android-rootGli smartphone Android sono conosciuti per la loro versatilità e per la possibilità di essere personalizzati a proprio piacimento dagli utenti in maniera molto più profonda di quanto avvenga con i dispositivi Apple. Anche i device Android, però, hanno dei limiti: per questioni di sicurezza il team di Google impedisce di poter apportare delle modifiche troppo profonde al sistema per evitare problemi anche gravi. Questo divieto non è però assoluto, ma può essere aggirato ottenendo i permessi di root, ovvero ottenendo dei privilegi di sistema che consentono di eliminare le restrizioni. Prima di procedere a mostrare come ottenere i permessi di root è bene ricordare che seppur difficilmente, l’operazione potrebbe danneggiare il dispositivo. Inoltre, lo sblocco del device potrebbe farvi perdere la garanzia nei confronti del produttore. Detto questo, ecco come ottenere i permessi di root.

Come ottenere i permessi di root con un’app

Tendenzialmente ogni smartphone Android ha un metodo per ottenere i permessi di root, ma esistono dei metodi “universali” che possono essere usati da qualsiasi dispositivo. Il primo metodo può essere quello di scaricare sul dispositivo un’applicazione, installarla ed usarla poi per ottenere il root. Queste app solitamente non si possono trovare sul Google Play Store, ma vanno scaricate separatamente. Per questo motivo sarà necessario assicurarsi che sia attiva l’opzione per installare applicazioni da sorgenti esterne (Impostazioni del dispositivo -> Sicurezza -> attivare Sorgenti sconosciute).

Quali app scaricare per ottenere i permessi di root

Una prima ottima app in grado di ottenere i permessi di root è Framaroot. L’app è compatibile con tantissimi modelli di smartphone Android, per una lista completa e per verificare se ne fa parte anche il vostro dispositivo, guardare qua. Se il vostro smartphone non dovesse essere compatibile con Framaroot potete provare con Kinguser, che supporta tantissimi modelli di Samsung, LG, Nexus, Sony, Huawei. Qui la lista dei dispositivi compatibili, divisi per brand. Infine, con Saferoot non sarà necessario installare il programma, ma semplicemente estrarre il file install.bat dall’archivio zip. Cliccate qui per verificare la compatibilità con i dispositivi.

Una volta installata una di queste app, ottenere i permessi di root sarà semplicissimo, basterà pigiare sul tasto indicato e il gioco è fatto.

Add Comment