Quando cambiare la multipresa

multipresa2

Sono la prima difesa contro ogni tipo di sbalzo che può danneggiare i nostri PC, Smartphone o Router di ogni classe. Sono le multiprese protette, ma come tutti i componenti che possiamo utilizzare, questi possono con il tempo consumarsi e cominciare a funzionare sempre meno.

Come alcuni di voi sapranno, utilizzare una multipresa protetta garantisce che ogni tipo di sbalzo elettrico viene assorbito da un particolare circuito (e fusibile) che smorza l’elettricità in eccesso e fa in modo che non danneggi i componenti elettronici connessi. Questi componenti però hanno un limite, un debolezza che non esce fuori con l’età ma con l’abuso che una multipresa può prendere nel tempo. La durata d’una multipresa in tutta la sua vita non viene infatti misurata in anni ma in Joules, la misura d’energia elettrica: infatti la componentistica interna può, in media, assorbire fino a 1000 Joules.

Questo significa che una multipresa può anche rimanere perfettamente in salute per molti anni, o consumarsi in breve tempo. Tutto dipende dalla quantità di sbalzi elettrici (intesi per eccessività elettrica e non abbassamenti di tensione) che la multipresa deve assorbire. Se un fulmine manda 1000 joule d’elettricità nella multipresa ad esempio, questa è consumata in quello stesso momento e non può più offrire una protezione elettrica efficiente.

C’è un modo per capire se questi 1000 joule sono stati consumati nella multipresa? Sì e no. Le multiprese hanno qualche sensore per indicare che sono stati superati i 1000 joule, ma non sempre è affidabile. Quel che bisogna capire è la quantità di sbalzi elettrici che ci sono stati durante il periodo in cui avete tenuto quella multipresa attaccata: se sono stati numerosi e avete una multipresa del genere da circa due anni, è tempo di cambiarla. La spesa in fondo non è molto eccessiva, a meno che non puntiate a marche come la Belkin e simili.

Add Comment