Ratatouille, ecco il primo frigorifero sostenibile

ratat

E’ piuttosto facile notare come il genio e la creatività permettano di sviluppare delle applicazioni che rispettino l’ambiente in tutto e per tutto: in questo caso, però, l’idea è davvero unica nel suo genere, con la realizzazione di una sorta di frigorifero virtuale che va a combattere gli avanzi e lo spreco di cibarie.

L’applicazione in questione prende il nome di Ratatouille e si caratterizza per permettere agli utenti di immettere la quantità di cibo che hanno avanzato, in maniera tale da poterla donare ad altre persone.

Lo scopo non è altro che la realizzazione di una rete di utenti di una medesima città che hanno la possibilità di mettersi d’accordo direttamente tra loro per scambiarsi il cibo e il luogo in cui deve avvenire tale operazione.

Per poter conoscere il frigorifero virtuale più vicino alle nostre esigenze, come si può facilmente intuire, l’app Ratatouille può contare sulla geolocalizzazione: infatti, va ad indicare il punto in cui c’è la possibilità di trovare cibo che altre persone hanno avanzato e vogliono donare.

Non dobbiamo dimenticare anche che per ciascun cibo che viene proposto dall’applicazione, viene ovviamente sempre indicata sia la data di scadenza, che giorni ed orari in cui c’è la possibilità di andarlo a ritirare.

Si tratta di un’idea di stampo interamente italiano, che è stata messa a punto da un gruppo di ragazzi veneti, che si sono pure portati a casa il premio HACKathon 101 durante il mese di marzo di un anno fa.

Sprecare cibo non è mai bello, ma grazie alla tecnologia si intravedono nuovi sviluppi di carità e solidarietà.

[ezreview]

icon
RatatouilleGiorgia MarendaCibi e bevandeGratisScarica da iTunes

Add Comment