Come riabilitare le porte USB del computer

In qualsiasi momento può capitare che una porta USB smetta di funzionare. Questo avviene quando inserendo una penna USB, un controller o quant’altro nel computer, questi non vengano letti dal computer. Escludendo ovviamente il caso in cui il problema sia del dispositivo esterno, quando ciò accade non è detto che la porta sia danneggiata e vada riparata, perché il problema può essere anche solo dovuto al software e in tal caso è possibile risolvere il problema e riabilitare le porte USB del computer.

Come riabilitare le porte USB su Windows

usbCominciamo con il vedere come riabilitare le porte USB in Windows. Come prima cosa, apriamo Computer (o Risorse del computer) se si hanno versioni precedenti di Windows 10, oppure andiamo ad aprire Esplora risorse, cliccando sull’icona della cartella che si trova sulla barra delle applicazioni e troviamo la voce Questo pc nell’elenco a sinistra. Clicchiamo con il destro sull’icona del computer e scegliamo Proprietà dal menu a tendina, per poi selezionare Gestione dispositivi dalla finestra che si apre. Gestione dispositivi contiene una lista di tutte le componenti del computer, tra cui si trovano anche le porte USB, riportate come Controller USB. Per riabilitare le porte USB dobbiamo proprio espandere questa voce, andando a cliccare sul simbolo che si trova affianco alla scritta. Si clicchi con il destro sulla porta USB da riattivare e si prema Attiva dal menu. Dopo qualche secondo la porta sarà riattivata e dovrebbe funzionare di nuovo correttamente, così che si potranno di nuovo collegare chiavette. Può accadere che seguendo questi passi la porta USB non ritorni a funzionare. In questo caso bisogna forzare il sistema e disinstallare la porta per poi reinstallare i driver. Sempre dalla finestra di Gestione dispositivi bisogna cliccare con il destro sulla porta che non funziona e questa volta scegliere la voce Disinstalla, dopodiché si riavvii Windows e si aspetti che il sistema reinstalli i driver.

regUn ulteriore modo per riabilitare le porte USB è di intervenire tramite il registro di sistema. Per entrare nell’editor del registro di sistema è sufficiente usare la combinazione di tasti Win + R oppure scrivere regedit nella barra di ricerca. Nella finestra che si apre bisogna navigare in HKEY_LOCAL_MACHINE, scegliere SYSTEM e trovare al suo interno la voce CurrentControlSet, all’interno della quale si dovrà selezionare services e cliccare su USBSTOR. Nella cartella si troveranno diversi file di registro, e voi dovrete selezionare Start cliccandoci sopra due volte. Si aprirà una piccola finestra per le opzioni del file e alla voce Dati Valore andate ad inserire il valore 3, premendo infine Ok per salvare. Se tutto è andato correttamente, si potranno ora usare le porte USB prima non disponibili.

Come riabilitare le porte USB su un Mac

Per riabilitare le porte USB su un Mac la scelta migliore è resettare l’SMC, ovvero il System Management Controller, ovvero un chip che gestisce e controlla i componenti del computer. Se si possiede un iMac, un Mac Pro oppure un Mac mini, per resettare l’SMC bisogna spegnere il computer e scollegare l’alimentatore per almeno quindici secondi, così che ricollegando il cavo il chip si sarà resettato. Se invece si possiede un MacBook o un MacBook Pro rilasciato prima del 2009 per resettare l’SMC e quindi riabilitare le porte USB, dopo aver staccato l’alimentatore bisogna rimuovere la batteria, premere il tasto Power per almeno 5 secondi e poi ricollegare alimentatore e batteria. In caso di MacBook Pro prodotto dopo il 2009, un MacBook Pro Retina o un MacBook Air, infine, dopo aver spento il computer bisogna collegare l’alimentatore e premere i tasti shift + ctrl + alt + power.

Add Comment