Riascoltare tutti i comandi vocali che hai inviato su Google Now

Sapevate che Google memorizza tutti i comandi vocali audio acquisiti dalle ricerche vocali Google Now? Ebbene si, possono essere riascoltati, sentra troppe complicazioni da una pagina di riferimento.

Google Now History

Google Now History: la pagina da non far vedere alla propria fidanzata

Ok Google. E si parte con il primo comando di Google Now. Ma, ora lo sapete, è tutto regolarmente memorizzato nella pagina di ricerche storiche appositamente creata da Google. La privacy è in pericolo? No, perchè è semplicemente protetta dalla password di Google, e dal sistema di autenticazione con verifica a due passaggi, che assicura una relativa tranquillità. E ricorderete, come me con un sottile sorriso, le prime ricerche effettuate e le prime volte che avete ricercato il nome di una strada, di una ricetta o di un ristorante. E ritroverete tutte quelle strane ricerche che non avreste mai voluto… far conoscere…

Come visualizzare le ricerche vocali Google Now

Le ricerche vocali entrano dunque a far parte del complesso sistema di archiviazione dati per account https://history.google.com/history/ che ora comprende ricerche, cronologia della posizione su mappa, e molti altri dati che probabilmente voi avete sempre ignorato che fossero monitorati (ma purtroppo è tutto previsto dalle condizioni del servizio, accettate durante la creazione del proprio account).

Ufficialmente, Google conserva e registra tali dati al fine di migliorare l’algoritmo relativo alla comprensione delle parole, anche se in molti sono pronti a giurare che tali dati possano essere utilizzati con finalità pubblicitarie. Anche Apple, dopotutto, si comporta in maniera analoga con Siri, conservando i dati per circa due anni.

A proposito, la pagina di riferimento precisa per poter riascoltare le ricerce effettuate su Google Now è la seguente:

Storico ricerche Google Now

 

 

 

Add Comment