Come rintracciare uno smartphone Android

ImmagineNell’era degli smartphone che possono costare fino a 800€, l’eventualità della perdita o del furto del dispositivo può essere un vero danno per il proprietario. Se i dati possono essere comunque salvati grazie alle app di backup, la perdita del dispositivo non è di secondo piano. Per fortuna, come molti sanno, gli smartphone hanno al loro interno il gps, grazie al quale è possibile usare i telefoni come navigatore, ma grazie al quale è possibile anche provare a rintracciare uno smartphone Android in caso di smarrimento.

Rintracciare uno smartphone Android con Gestione dispositivi di Google

Esistono diverse applicazioni, solitamente a pagamento, che consentono di rintracciare uno smartphone Android. Ma prima di correre nel Play Store può essere utile valutare la possibilità di utilizzare la funzione Gestione dispositivi Android di Google, con la quale è possibile controllare la posizione dello smartphone e non solo. La funzione consente anche di:

  • Far squillare lo smartphone, funzione ottima se ad esempio si è perso il cellulare in casa e non si riesca proprio a trovarlo.
  • Bloccare lo smartphone, funzione che impedisce a persone eventualmente entrate in possesso dello smartphone si utilizzare il dispositivo. In questo modo sarà possibile impostare una password che protegge il cellulare.
  • Cancellare i dati dallo smartphone, scelta radicale che può essere necessaria in caso di smarrimento o furto.

Come funziona Gestione dispositivi per rintracciare uno smartphone Android

Per utilizzare questa utilissima funzione messa a disposizione da Google è necessario registrarsi al sito https://www.google.com/android/devicemanager e attivare il servizio dallo smartphone. Per attivarlo è necessario entrare nelle impostazioni Google, accessibili in due modi, a seconda dello smartphone Android che si possiede. Alcuni smartphone presentano un’icona separata chiamata “Impostazioni Google” all’interno del menu; qualora non fosse presente, bisognerà andare nelle impostazioni normali -> Gestione applicazioni -> Google. Ora, quale che sia il metodo scelto per accedere, arrivati a questo punto la finestra sarà uguale per tutti: accedere all’area Sicurezza e attivare la voce Localizza questo dispositivo da remoto nel menu di Gestione dispositivi Android. Una volta fatto ciò sarà sufficiente andare all’indirizzo riportato sopra per rintracciare uno smartphone Android o eseguire una delle tre opzioni proposte da Google.

Utilizzare applicazioni per rintracciare uno smartphone Android

Se non si vuole che Google monitori costantemente la posizione del proprio smartphone, o per qualsiasi altro motivo che sia, esistono diverse alternative per rintracciare uno smartphone Android. All’interno del Google Play Store sono disponibili diverse applicazioni che fanno il loro lavoro con molta precisione e tra queste troviamo Antivirus e Sicurezza – Lookout. Il programma offre un range completo di servizi di sicurezza per lo smartphone: funziona come antivirus, consente di effettuare il backup dei dati e permette anche di rintracciare uno smartphone Android in caso di smarrimento o furto. L’app è disponibile sia gratis che a pagamento con la versione Premium, versione di cui si possono testare tutte le qualità gratuitamente per due settimane. Per rintracciare uno smartphone Android con Lookout installare l’applicazione e aprirla. Premere su Get Started, poi Next e cliccare su New User, completando il modulo per creare il proprio profilo. Una volta terminato bisogna premere su Start lookout -> No thanks -> Done -> Launch Premium e l’app sarà attiva sul cellulare. Per provare la validità dell’app e se effettivamente rileva lo smartphone basta andare sul sito internet del programma https://www.mylookout.com/ accedere con i dati del profilo creato precedentemente e cliccare su Find my phone -> Locate -> Next -> inserire il numero della SIM inserita nel cellulare che si vuole rintracciare e cliccare di nuovo su Locate.

Add Comment