Come riparare ed estrarre degli archivi RAR corrotti

rar file corrotti

Imbattersi in archivi danneggiati o corrotti può essere molto fastidioso. Non importa davvero se un archivio creato localmente non funziona più, o se avete scaricato megabyte o persino gigabyte di dati da Internet solo per rendervi conto che uno o più file dell’archivio sono danneggiati o mancano del tutto. Ciò non significa che i dati non possano essere riparati o estratti .

A seconda delle circostanze, si può essere in grado di recuperare l’archivio completamente, o almeno parzialmente. Quando si tenta di estrarre un archivio RAR problematico, si riceverà un prompt che richiede di selezionare il file successivo manualmente dal sistema locale, oppure un errore “CRC errato, il file è danneggiato ” alla fine dell’estrazione. Questo è un indizio che un volume è mancante o danneggiato, e che alcuni dei file estratti possono essere corrotti o addirittura non presenti.

Quando si riceve questo messaggio, ci sono un paio di opzioni per procedere.

1. Recovery Record

Quando si crea un nuovo archivio usando WinRAR, è possibile aggiungere i cosiddetti recovery record ad esso. Per farlo, semplicemente selezionare la casella “Inserisci le informazioni per il recupero” quando apparirà la finestra di dialogo per indicare il nome e i parametri dell’archivio.

Si può fare solo se si crea un archivio RAR o RAR5 multi-file, e non quando si utilizza ZIP come formato di archivio o per creare un solo file unico. Le informazioni per il recupero aumentano la dimensione degli archivi di circa il 3% per impostazione predefinita. Questo significa fondamentalmente che sarà possibile ripristinare fino al 3% di dati mancanti o danneggiati. Basta passare alla scheda avanzata per modificare la percentuale.

Il recovery record viene aggiunto alla directory in cui viene creato l’archivio. Ogni file inizia con “rebuilt” in modo da sapere sempre che questo è un file di recupero e non fa parte dell’archivio originale.

Per recuperare il file RAR, aprirlo in WinRAR, fare click con il tasto destro del mouse su tutti gli archivi e selezionare l’opzione Ripristina dal menu. WinRAR preleverà il volume o i volumi di recupero automaticamente e li userà per riparare l’archivio.

 

2. File PAR

I cosiddetti file parity offrono una seconda opzione. Essi sono spesso utilizzati su Usenet, ma tornano utile per i backup e in tutte le altre situazioni in cui è necessario spostare grandi archivi in un’altra posizione.

Ciò che rende comodi i file PAR è il fatto che si può riparare qualsiasi parte di un archivio che li utilizza. Basta che siano almeno uguali nel formato alla parte danneggiata, possono essere utilizzati per riparare l’archivio.

Potrebbe essere necessario utilizzare software supplementari per utilizzare i file PAR. Programmi autonomi che si consiglia di considerare sono MultiPar o QuickPar.

 

3. Estrarre l’archivio parzialmente

Se non si ha accesso ai file parity o ai volumi di ripristino, si può ancora estrarre l’archivio parzialmente sul proprio sistema. Questo funziona meglio se l’archivio è danneggiato alla fine, così che sia possibile estrarre tutto il contenuto fino a quel punto.

È necessario abilitare l’opzione “Estrai i file danneggiati” altrimenti WinRAR non trasferirà i file parzialmente estratti sul disco.

 

4. Riscaricare

Infine, ri-scaricare mancanti o file corrotti può anche risolvere il problema. Questo funziona meglio se il file è stati scaricato velocemente, o quando l’uploader originale ha notato che i file erano corrotti e ha caricato una nuova copia per completare l’archivio.

 

Conoscete altre opzioni che non abbiamo citato in questa guida? Scriveteci un commento qui sotto e condividetelo con tutti i lettori.

Add Comment