Come risparmiare la batteria del Chromebook

chromebookChi usa i Chromebook? Sono piccoli portatili che utilizzano una tecnologia tutta loro, come se fossero dei giganteschi tablet. Non funzionano come un Notebook normale ma lo sono: questa strana combinazione rende il Chromebook particolare, indicato principalmente per la navigazione e con un consumo di batteria esageratamente basso. Ma è proprio questo di cui vogliamo parlare: anche se la batteria è praticamente garantita per durare tutto il giorno, ci possono essere alcune eccezioni nelle quali la durata non è poi così lunga. Scopriamo le cause e i metodi per allungarne la durata.

Il risparmio di batteria Chromebook

La luminosità dello schermo è cruciale per ogni prodotto, compresi i Chromebook. Trovate sempre una buona combinazione per voi e per il portatile: non stressatevi gli occhi in settaggi troppo bassi e non stressate la batteria in settaggi troppo alti. Se il vostro Chromebook è un modello con tastiera retroilluminata, disattivatela per aumentare la durata della batteria.

Disattivate Bluetooth e Wifi, soprattutto se non li state usando e non li userete a breve. Anche se non sono connessi, le antenne hanno bisogno di energia per controllare se ci sono dispositivi attorno al portatile. Disattivateli per aumentare la durata della vostra batteria. Stessa cosa se il vostro Chromebook ha una connessione 3G. Ricordate che in quest’ultimo caso, staccarlo significa perdere la stabilità di connessione che avete creato in precedenza, quindi se dovete staccare la connessione per tipo 14 minuti, non fatelo.

Staccate i dispositivi USB che non usate. Ogni dispositivo USB succhia dai 2,5v ai 5v d’energia in totale, che su lungo termine ammazzano la nostra batteria.

Una funzione aggiunta molto di recente permette di controllare quante risorse sta succhiando via una pagina che state visitando. Andate nelle impostazioni e controllate se è presente un pulsante “Batteria” o “Alimentazione”. Basta cliccarci per vedere quanta energia in media prendono le pagine che visitate, così da decidere se vale la pena chiuderle o meno.

Naturalmente, fra gli altri consigli, è bene anche disinstallare estensioni che considerate inutili e ovviamente vi consigliamo di spegnere il vostro chromebook senza metterlo in Standby se avete intenzione di non usarlo per molto tempo.

Add Comment