Samsung brevetta i display piegati

Samsung brevetta i display piegati

Che la presentazione dei primi smartphone con display curvo, l’LG G Flex e il Samsung Galaxy Round, abbia sancito ufficialmente l’inizio dell’era di tale tipologia di device è oramai ben noto a tutti.

Samsung, però, non ha alcuna intenzione di fermarsi ai soli device con schermo curvo ed il brevetto emerso online nel corso degli ultimi giorni ne è sicuramente la prova più evidente.

Un brevetto della sudcoreana depositato a maggio di quest’anno mostra infatti tutta una serie di possibili ambiti in cui potrebbero essere sfruttati i display piegati.

In italiano la differenza tra curvo e piegato potrebbe risultare difficile da comprendere ma analizzando i termini inglesi “curved” e “bended” la cosa risulta ben più evidente.

I display piegati permetteranno di lanciare usl mercato dispositivi dotati di un display che non si limita a ricoprire la superficie anteriore ma si estende anche sui lati. Trattasi dunque di una sorta di schermo avvolgente nel quale ognuno dei tre lati è in grado di operare in maniera indipendente. In tal modo dovrebbe dunque esser possibile, ad esempio, visualizzare sui bordi le notifiche, gli appuntamenti in calendario, i controlli per la riproduzione dei contenuti multimediali e molto altro ancora. Le porzioni piegate dello schermo potrebbero inoltre rivelarsi utili per eseguire uno slide-to-unlock o lo scrolling di un elenco oltre che per le interazioni multitouch.

Per il momento, comunque, non è ancora possibile sapere quando faranno la loro comparsa sul mercato tale tipologia di dispositivi ma è molto probabile che tra il 2014 ed il 2015 Samsung possa dare il via alla vendita dei primi modelli e valutare poi se continuare su tale strada oppure se lasciar perdere.

Add Comment