Sbarazzarsi di Australis e ripristinare il tema classico su Firefox 29

Classic Theme Restorer Firefox 29

È passata una settimana da quando Mozilla ha rilasciato Firefox 29. La riprogettazione in stile Australis, che è la parte più significativa dell’aggiornamento, ha cambiato un sacco di cose; non esiste più la barra dei componenti aggiuntivi e le schede hanno un design tutto curve che le fanno assomigliare fortemente a quelle di Google Chrome.

Se non vi piace assolutamente la nuova interfaccia utente e vorreste ripristinare il classico tema trovato nelle versioni precedenti del browser, un piccolo add-on chiamato Classic Theme Restorer può aiutarvi a rimuovere queste modifiche in un attimo. Anche se veramente piccolo, il componente aggiuntivo sblocca la possibilità di personalizzare i vari elementi visivi di Firefox proprio come si desidera.

Dando un rapido sguardo al nuovo Firefox, si può notare che non vi sono più le familiari tab squadrate della vecchia versione ma piuttosto sono incorporate curve che fanno pensare a Google Chrome. Oltre a quello, Mozilla ha anche fatto fuori il tasto del menu di Firefox precedentemente accessibile dall’angolo superiore sinistro (quello che permetteva di aprire nuove schede, una nuova finestra e/o accedere alle Preferenze).

Classic Theme Restorer facilmente abbandona tutto ciò che Australis ha introdotto e lo fa molto bene. Dopo la semplice l’installazione dell’addon, viene chiesto di riavviare il browser e dopo di che, si vedranno già diverse modifiche apportate all’interfaccia di Firefox29.

Ma la parte migliore di Classic Theme Restorer è in effetti la sua finestra Impostazioni da cui si possono ottimizzare le modifiche e personalizzare altre curiosità. E’ possibile infatti personalizzare l’aspetto delle schede di Firefox, per esempio, o scegliere una combinazione di colori diversa, così come modificare le dimensioni e il posizionamento delle schede. Tutte queste opzioni sono disponibili sotto le schede Principale, Colori personalizzati, Speciali e Speciali 2.

Le schede Speciali e Speciali 2 consentono ulteriori impostazioni tramite caselle di selezione. Si può attivare un pannello menu unificato, ad esempio, o modificare il comportamento del doppio clic per aprire rapidamente una nuova scheda senza dover selezionare il pulsante apposito. Tutte le modifiche entreranno in vigore subito, cioè senza bisogno di cliccare sul pulsante Applica prima.

Tutto sommato, un’estensione molto utile che rende facile rimettere le cose a posto, o meglio com’erano prima della release Australis. Per una descrizione molto dettagliata, alcuni screenshot e, naturalmente, per accedere ai link per il download, visitate l’home page dell’add-on.

Add Comment