Come sfruttare l’uso della codifica H264 su Youtube

Chrome youtube

 

Nel mentre Youtube sta ottenendo qualche vittoria sul fronte pubblicitario grazie al supporto di Google Chrome, ecco che vien fuori un altro dubbio: come mai usando Chrome e Youtube insieme otteniamo un consumo di batteria maggiorato e un utilizzo maggiore della CPU e della GPU? E’ bene dire che in fondo guardare un video non può consumare così tanto, ma invece ci sono delle faccende piuttosto complicate dietro.

Da anni Youtube ha sempre utilizzato la codifica H264, universalmente sfruttata per la sua qualità video e la flessibilità che da. Tuttavia però per sfruttarlo bisogna pagare una certa tassa che a noi di regola non dovrebbe preoccupare…ma a Google e Mozilla attualmente sì. Google ha già annunciato nel 2011 che disabiliterà l’uso del H264 in favore del VP8, una codifica più libera e che non ha bisogno di tante licenze da coprire. Stessa cosa riguarda il Browser di Mozilla, Firefox: hanno evitato di sfruttare la codifica H264 per molti anni, e probabilmente continueranno a farlo, alla ricerca d’una codifica della stessa efficacia e che sia maggiormente libera.

Perché in fondo il VP8 (e il VP9) non sono molto sopportati dai dispositivi moderni, e perciò deve funzionare in una maniera poco ottimizzata. La differenza di qualità è appena percettibile, ma il punto è che con l’H264 c’è meno sfruttamento di risorse e più batteria. Una delle soluzioni è quindi in regola cambiare Browser con uno che supporti il rilascio della codifica più adatta, come Safari, Internet Explorer o Edge.

Ma c’è attualmente la soluzione che piacerà attualmente a tutti: esiste un estensione che è capace di sfruttare Youtube a visualizzare i video in H264. Il consumo della CPU, della GPU e della batteria risulterà drasticamente minore. Alla radice di tutto questo è l’accelerazione hardware a causare problemi del genere, ma disabilitarla è fin troppo esagerato.

Per Chrome. Per Firefox.

Add Comment