Come si gioca a Pokemon GO

Non si parla di altro da giorni ormai, noi stessi abbiamo già dedicato a Pokemon GO un articolo in cui è disponibile anche il link al download. L’intera rete è presa dalla febbre dei Pokemon e tutti fanno a gara per acchiapparne il più possibile. Nonostante il gioco non sia ancora uscito ufficialmente in Italia, grazie al file apk reso disponibile online sono già migliaia gli allenatori italiani che si sfidano nelle palestre per portare il loro team alla vittoria. Ma come si gioca a Pokemon GO? Il gioco inizialmente può essere difficile da capire per chi è abituato alla saga per Nintendo, per questo ecco una guida grazia alla quale potrete cominciare la vostra avventura da allenatori in possesso di tutto ciò che è necessario sapere.

Come si gioca a Pokemon GO: premessa

Prima di spiegare come si gioca a Pokemon GO, ricapitoliamo la situazione: due anni fa fu annunciato che la Pokemon Company avrebbe affidato alla Niantic il progetto di creare il primo videogioco dei Pokemon per smartphone. La Niantic aveva il compito di creare un gioco basato sulla realtà aumentata, come fatto precedentemente per Ingress: un gioco che unisse la realtà alla fantasia e che permettesse si piazzare i Pokemon all’interno del mondo reale grazie all’ausilio della fotocamera e del gps. L’obiettivo di Pokemon GO è quindi di avventurarsi nel mondo reale alla ricerca dei Pokemon, distribuiti geograficamente in maniera non omogenea, e sfidare e difendere le varie palestre posizionate presso luoghi di particolare importanza.

Le informazioni basilari per giocare a Pokemon GO

Screenshot_20160709-201908Procediamo ora a spiegare nel dettaglio come si gioca a Pokemon GO. Non appena avviato per la prima volta il gioco, si potrà creare il proprio avatar che comparirà nel gioco, personalizzabile in ogni aspetto visivo. Fatto ciò verrà data la possibilità di scegliere il primo Pokemon tra i tre starter originali: Bulbasaur, Charmender o Squirtle. Fatta la scelta, si potrà cominciare a viaggiare nel mondo reale: per muoversi nel gioco e trovare Pokemon, bisogna infatti camminare realmente, con il gioco attivato. Nel mondo di Pokemon GO potrete trovare due luoghi particolari: le Palestre, indicate con simboli grigi (o del colore del team che le ha conquistate, su questo ci ritorneremo a breve) e i Pokestop, indicati in blu, dai quali si potranno ottenere strumenti vari con intervalli di pochi minuti. I pokemon selvatici compariranno durante la camminata: è possibile scoprire quali pokemon sono in zona e a quale distanza pigiando sull’immagine della sagoma dei pokemon che si trova in basso a destra. Nella finestra compariranno tutti i pokemon presenti nelle vicinanze, nella forma di sagome se ancora non catturati, o rappresentati tramite le loro immagini in caso contrario. Sotto ciascuno di essi vi saranno delle orme, da 1 a 3: maggiore è il numero delle orme, più lontano sarà il pokemon.

Come catturare i pokemon in Pokemon GO

Screenshot_20160709-184231Parte II della guida su come si gioca a Pokemon GO, spieghiamo come si catturano i Pokemon. Possono essere catturati tutti i Pokemon che compaiono sullo schermo dello smartphone. Per provare a catturarli basta fare tap su di essi e magicamente il pokemon in questione comparirà su uno sfondo reale, grazie all’uso della fotocamera. Per catturare il mostriciattolo, basta lanciare la pokeball e non vi è quindi necessità di lottare. Per avere più probabilità di cattura è necessario essere precisi nel lancio e infatti si potranno notare due cerchi intorno ai Pokemon, con quello interno che varierà dal verde al rosso in base alla difficoltà di cattura. Una volta catturato un Pokemon, questo sarà visualizzabile dalla sezione Pokemon del Menu, a cui si accede pigiando sulla pokeball nella schermata principale.

Come funzionano le palestre in Pokemon GO

Screenshot_20160709-162617Una volta raggiunto il livello 5, sarà possibile cominciare a sfidare gli altri allenatori per la conquista delle palestre. In Pokemon GO la lotta è piuttosto semplice: ciascun pokemon ha un attacco normale e un attacco speciale, che può utilizzare solo quando si riempiono determinati box durante la lotta. Per sferrare un attacco normale è sufficiente un tap sul Pokemon avversario, mentre per l’attacco speciale si deve pigiare a lungo. È inoltre possibile provare a schivare un attacco nemico, in questo caso bisogna fare swipe verso sinistra o destra. Non tutti i pokemon hanno uguale forza, ovviamente: in questo gioco a ciascun mostro sono affidati determinati punti lotta (PL), calcolati sulla base del numero di punti salute e della forza degli attacchi. Maggiori sono i PL, più forte è il pokemon, che può essere potenziato e evolvere grazie alla polvere stella, che si guadagna con varie azioni, e alle caramelle pokemon, strumenti che si ottengono alla cattura del pokemon stesso o trasferendo un animale al laboratorio. Per intenderci, se si vuole far evolvere un Eevee saranno necessarie 25 caramelle Eevee. Catturare più Pokemon uguali, quindi, è importante per accumulare caramelle: ad ogni cattura vengono date 3 caramelle, mentre ad ogni trasferimento solo 1.Screenshot_20160709-170755

Come si gioca a Pokemon GO, alcune considerazioni

Spiegato come si gioca a Pokemon GO, ecco alcune considerazioni. Il gioco è ancora acerbo, un punto di partenza che sicuramente vedrà numerosi aggiornamenti e migliorie nel corso del tempo. Al momento sono disponibili solo i 151 pokemon della prima generazione e non è possibile sfidare altri allenatori in tempo reale. Tenere lo smartphone attivo e il gioco aperto consuma molta batteria, oltre a poter diventare pericoloso se non si distoglie lo sguardo da esso mentre si cammina. Tuttavia a questi inconvenienti i produttori hanno già pensato e provato a risolvere tramite la creazione del Pokemon GO Plus, un braccialetto intelligente che vibra quando c’è un pokemon nelle vicinanze. Il braccialetto sarà disponibile nei mesi successivi, la prezzo di 39.99€.

Add Comment